rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
I dati dell'Inps

Quasi 50mila certificati di malattia nel primo giorno di green pass obbligatorio

Una crescita del 23% rispetto a venerdì della scorsa settimana. È quanto emerge dai dati diffusi dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta

Nel giorno del rientro in presenza dei dipendenti pubblici e dell'obbligo di green pass per tutti i lavoratori, i certificati di malattia presentati nel pubblico e nel privato sono stati 47.393, in aumento del 23,3% rispetto a venerdì scorso e del 5,5% rispetto a due settimane fa. È quanto emerge dai dati Inps aggiornati alle 12 di oggi e diffusi dal ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta. I certificati presentati l'8 ottobre sono stati infatti 38.432, 44.903 invece il venerdì precedente.

Dalla rilevazione della Funzione Pubblica emerge inoltre che negli uffici pubblici nessun dipendente oggi è stato multato per mancanza di green pass, e non c'è stato neanche alcun tentativo di accesso sul posto di lavoro senza la certificazione verde Covid-19.

Il ministro Brunetta ha poi diffuso una nota in merito al sistema tamponi che, scrive, "al momento, nel primo giorno del green pass, sta tenendo: alle 13 risultava che ne erano stati effettuati circa 200mila contro i 100mila di giovedì. Nel primo giorno di green pass obbligatorio nel mondo del lavoro, la Pubblica amministrazione dimostra quindi senso di responsabilità e organizzazione flessibile e intelligente, cogliendo a pieno lo spirito e le possibilità offerte dalle linee guida emanate dal governo. Nei ministeri orari scaglionati, poche code, rientro ordinato".

"Il green pass per i lavoratori è un acceleratore della ripartenza del Paese in sicurezza- sottolinea Brunetta -. Un traguardo importantissimo, ancora di più per la Pubblica amministrazione, dove da oggi si abbandona lo smart working emergenziale per entrare in una nuova normalità: piena operatività del front office e del back office, lavoro agile strutturato e regolato, grazie ai rinnovi contrattuali in via di definizione e ai Piani integrati di attività e organizzazione (Piao) che le amministrazioni dovranno adottare entro il 31 gennaio 2022". 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 50mila certificati di malattia nel primo giorno di green pass obbligatorio

Today è in caricamento