Sabato, 20 Luglio 2024
Dopo le elezioni / Ungheria

Ilaria Salis è libera

Le è stato tolto il braccialetto elettronico. Fine della detenzione domiciliare a Budapest dopo l'elezione come europarlamentare con Alleanza Verdi-Sinistra. Può tornare in Italia

Ilaria Salis è libera e può tornare in Italia. La polizia ungherese oggi, 14 giugno, ha tolto il braccialetto elettronico all'insegnante italiana, sotto processo a Budapest con l'accusa di aver aggredito due militanti neonazisti, neo eletta all'europarlamento. Lo riferisce l'Ansa.

Salis da alcune settimane era ai domiciliari (dopo 15 mesi in carcere) col braccialetto elettronico. Alle elezioni europee ha però ottenuto un seggio con Alleanza Verdi-Sinistra e adesso gode dei privilegi degli europarlamentari a iniziare dall'immunità.

Ilaria Salis, dall'arresto alla libertà perché europarlamentare

Salis è stata arrestata l'11 febbraio del 2023 assieme a ragazzi tedeschi con l'accusa di avere aggredito tre militanti neonazisti a Budapest. È stata portata in carcere ed è scoppiata una feroce polemica sulle condizioni di detenzione: hanno fatto scalpore le immagini di lei condotta in catene in aula. Sono stati più volte chiesti i domiciliari e dopo diversi "No", il 15 maggio il tribunale di Budapest ha accolto il ricorso. Così, dopo 15 mesi di reclusione, le è stato permesso (dopo il pagamento di una salatissima cauzione) di lasciare il penitenziario e trasferirsi in un appartamento a Budapest, ma col controllo di un braccialetto elettronico. Nel frattempo è arrivata la candidatura alle elezioni europee con Alleanza Verdi-Sinistra e l'elezione con 176.434 voti.

Avendo ottenuto il seggio scattano anche le prerogative previste dal Protocollo numero 7 sui privilegi e sull'immunità dell'Unione europea. I membri del Parlamento europeo hanno l'immunità sul territorio nazionale e quello di ogni altro Stato membro, ma anche l'esenzione da ogni provvedimento di detenzione e da ogni procedimento giudiziario.

La sua famiglia aveva già comprato i biglietti per raggiungerla per festeggiare lunedì il suo 40esimo compleanno a Budapest ma ora Salis potrà festeggiarlo in Italia.

Cosa succede ora a Ilaria Salis

Anche se Ilaria Salis è libera, il conto con Budapest non è chiuso. Il giudice ungherese potrebbe chiedere al Parlamento europeo di avviare la procedura di revoca dell'immunità e questa sembra essere proprio l'intenzione del governo magiaro. Il capo di gabinetto dell'esecutivo, Gergely Gulyás, nei giorni scorsi ha spiegato che: "L'autorità ungherese competente dovrebbe chiedere al Parlamento europeo la revoca dell'immunità" per l'insegnante italiana. Se la maggioranza del Parlamento europeo voterà per la revoca, "il procedimento penale potrà continuare durante il mandato dell'eurodeputata. In caso contrario potrà proseguire al termine del mandato".

Bonelli e Fratoianni: "Ora potrà difendere i più deboli"

"Finalmente! Siamo felici della notizia che giunge da Budapest, l'europarlamentare Ilaria Salis ora può tornare in Italia e potrà svolgere la sua nuova funzione a cui l’hanno indicata centinaia di migliaia di elettori", commentano i deputati di Verdi e Sinistra Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni. "Il nostro grazie - aggiungono - a tutti e a tutte coloro, che come noi, in questi mesi si sono indignati e non si sono rassegnati alla terribile condizione in cui era tenuta nelle carceri di Orban. Ora potrà difendere insieme a noi i diritti civili e sociali dei più deboli. La aspettiamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ilaria Salis è libera
Today è in caricamento