rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Non si scherza

La legge "anti pezzotto" contro la pirateria: carcere e maxi multa per gli utenti

Il testo del disegno di legge, approvato in prima lettura alla Camera, adesso è atteso in Senato. Ecco cosa prevede

Reclusione fino a tre anni e multa salata - fino a 15.493 euro - per i trasgressori, oltre a una sanzione pecuniaria da mille a 5mila euro per i fruitori di servizi. Il Parlamento sta accelerando i tempi nella battaglia contro la pirateria audiovisiva: dopo l'ok in prima lettura della Camera, il testo del disegno di legge "anti pezzotto" - dal nome degli strumenti utilizzati per aggirare i blocchi delle tv in abbonamento o accedervi a prezzi irrisori - è infatti adesso atteso in Senato.

Non è del tutto chiaro quanti siano gli italiani che oggi si servono del "pezzotto" o di altre forme di streaming illegale per guardare soprattutto partite di calcio o film e serie tv. Si sa però che si tratta di grandi cifre: alcune stime parlano di circa cinque milioni di persone. L'imprenditore ed esperto di diritto d'autore Matteo Flora ha spiegato a la Repubblica che la legge, per come è scritta, potrebbe essere davvero una rivoluzione nel tracciamento di chi è dietro alla pirateria.

Il testo prevede infatti il blocco immediato e diretto dell'indirizzo Ip a cui fanno capo i siti web su cui trovare contenuti coperti dal diritto d'autore, mossa che prima non era prevista dalla legislazione. L'Agcom (l'autorità per le garanzie nelle comunicazioni), oltre ad avere il potere di ordinare ai prestatori di servizi di disabilitare l'accesso ai contenuti illegali anche tramite provvedimenti cautelari e urgenti, avrà adesso il potere di avvertire subito i giudici, facendo partire di fatto un'informativa di reato. 

Sempre secondo il testo del disegno di legge approvato in prima lettura alla Camera, la magistratura potrà poi risalire all'utente tracciandone i pagamenti, chiedendo alle banche informazioni personali su chi è indagato. Sarà così molto più facile scoprire l'identità di chi è coinvolto, cosa che prima non si poteva fare solamente tramite l'indirizzo Ip, sempre anonimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La legge "anti pezzotto" contro la pirateria: carcere e maxi multa per gli utenti

Today è in caricamento