Lunedì, 21 Giugno 2021
Trieste

Letture al telefono per far sentire gli anziani meno soli: l’iniziativa di una libreria sotto le feste

All’appello della Ubik di Trieste per lettori volontari hanno risposto da tutta Italia. “Mai come adesso il tendersi una mano a vicenda è fondamentale”, racconta a Today la responsabile del progetto

La “Favole al telefono” di Gianni Rodari erano quelle che l’immaginario ragionier Bianchi raccontava ogni sera alle nove in punto alla sua bambina lontana. Storie brevi che il ragioniere inventava là per là, il tempo di una chiamata interurbana e il telefono era il veicolo per questo papà della finzione per far sentire la sua vicinanza alla figlioletta durante le sue lunghe trasferte di lavoro. La pandemia ha allontanato fisicamente molte persone e isolato soprattutto gli anziani. Una libreria ha pensato di raggiungerli proprio grazie al telefono, organizzando una rete di volontari che si presterà a leggere per loro i libri che desidereranno. È l’iniziativa della Ubik di Trieste, che grazie al passaparola sta già ricevendo decine di adesioni volontari . 

“Come librai sentiamo l’esigenza di fare il nostro mestiere sul territorio, per restituire alla letteratura quel valore civile che crediamo debba avere. La libreria non è un negozio in cui uno va, acquista e basta. Quello si può fare anche online o in mille altri modi. Per noi la libreria è un presidio socio-culturale sul territorio e mai come adesso il tendersi una mano a vicenda è fondamentale e il modo con cui abbiamo deciso di farlo è attraverso ciò che facciamo tutti i giorni con il mondo che conosciamo, cioè i libri”, racconta a Today Samanta Romanese, responsabile dell’iniziativa 'Libri al telefono' per la libreria Ubik, dove lavora.

Libri al telefono per far sentire meno soli gli anziani: l'iniziativa della libreria Ubik di Trieste

Dalle pagine di un quotidiano locale ai social network, la libreria Ubik di Trieste ha lanciato il suo appello per trovare volontari e ascoltatori. In tanti hanno chiamato da Trieste, ma non solo: c’è chi si è proposto dall’Umbria, chi dalla Sardegna. Giovani, anziani, lavoratori che vogliono partecipare nel loro tempo libero, pensionati, persone che hanno perso il lavoro ma che vogliono comunque mettersi a disposizione gratuitamente. “La risposta è stata incredibile”, spiega Romanese, che da stamattina è alle prese con “una valanga" di mail e telefonate. “Alcuni mi hanno commosso quando mi hanno raccontato i motivi che li avevano spinti a mettere il loro tempo e la loro voce a disposizione degli altri”, ammette.

Il prossimo passo adesso è allargare la platea degli anziani da raggiungere, cercando di coinvolgere parrocchie e associazioni sul territorio, per arrivare anche a chi magari non ha accesso ai mezzi di informazione oppure è troppo timido o ha difficoltà a chiedere. Poi "saranno gli ascoltatori a dirci cosa preferiscono farsi leggere e dove possibile si cercherà di lasciare lo stesso volontario con lo stesso ascoltatore perché immaginiamo che si andrà a creare un rapporto che andrà oltre la semplice lettura delle pagine”.

libreria ubik trieste-2

L’iniziativa è assolutamente gratuita e senza scopo di lucro, ci tiene a sottolineare Romanese. La libreria metterà a disposizione per i volontari che vorranno farlo, in condizioni di sicurezza, sia la propria linea telefonica sia i libri per la lettura. L’idea poi è di dare anche un piccolo riconoscimento a chi ha prestato la propria voce, a fine iniziativa o alla fine del percorso del volontario. 

“Quello che ci ha colpito da questa risposta è che l’iniziativa sembra aver davvero coinvolto tutti, a prescindere dalla differenza d’età e dalle storie personali. Credo si senta davvero il bisogno di tenderci un mano in questo momento e colpisce il fatto che quando si vuole anche dalle situazioni negative o da grossi problemi sia sempre possibile volgersi altri altri e trasformare un problema in una cosa positiva per se e per gli altri”. 

Chi vuole partecipare, come lettore o come ascoltatore, oppure conosce qualcuno che vive da solo e ha piacere di ascoltare qualche lettura, può contattare la libreria Ubik di Trieste con una mail a trieste@ubiklibri.it o chiamare direttamente allo 040-762947.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Letture al telefono per far sentire gli anziani meno soli: l’iniziativa di una libreria sotto le feste

Today è in caricamento