rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

Lockdown "pulsato": la proposta di 12 scienziati a Conte

Un documento per chiedere chiusure subito nelle aree a rischio e zone rosse per almeno 3 settimane a Milano, Napoli, Roma e Genova

 Intervenire subito con chiusure nelle aree più a rischio Covid, istituendo 'zone rosse' per almeno 3 settimane a Milano, Napoli, Roma e Genova; potenziare test e tracciamento; mantenere aperte le scuole per i ragazzi fino ai 14 anni. Sono alcune delle richieste avanzate da 12 medici e ricercatori italiani, contenute in un documento inviato a Governo e Comitato tecnico-scientifico per l'emergenza coronavirus in vista del nuovo Dpcm.

Lockdown "pulsato": la proposta di 12 scienziati a Conte

I firmatari - tra i quali Susanna Esposito (direttore Clinica pediatrica università di Parma, consulente Oms) e Antonella Viola (università e Istituto di ricerca pediatrica di Padova) - lanciano una "proposta di lockdown pulsato come strategia vincente nel medio-lungo periodo". "Proponiamo la programmazione di un lockdown pulsato con chiusure razionalizzate", scrivono gli esperti, "e il mantenimento dei servizi essenziali tra cui asili nido, scuole dell'infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado". Inoltre, aggiungono, "il rafforzamento delle capacità di testing/tracciamento e dei servizi di trasporto è componente essenziale per l'elaborazione della strategia di medio-lungo periodo".

Gli scienziati partono dalla premessa che "tutti i dati confermano la forte criticità della diffusione di Sars-CoV-2 nel Paese. La maggior parte delle regioni italiane presenta le caratteristiche descritte nello scenario 4 del Piano redatto dal ministero della Salute e dall'Istituto superiore di sanità. Ci troviamo dunque in una situazione di trasmissibilità non controllata con rischio di tenuta del sistema sanitario nel breve periodo, con valori di Rt regionali sistematicamente e significativamente maggiori di 1,5 da oltre 2 settimane". "La diffusione incontrollata dei contagi impone", secondo i firmatari, "azioni restrittive da attuarsi rapidamente. Domandiamo l'adozione immediata di misure di limitazione dei contagi. Nello specifico, non è più rinviabile" come primo punto di 8 complessivi "la costituzione di 'zone rosse' nelle aree dove il TTT (testare, tracciare, tracciare, ndr) è ormai impossibile per tempi di refertazione superiori a 96 ore e Rt maggiore di 1,5; in particolare nelle città di Milano, Napoli, Roma e Genova per un periodo minimo di 3 settimane, con monitoraggio attento nella fase di riapertura. In caso non si mantengano un'incidenza relativamente bassa e Rt inferiore a 1,2 nel valore medio per almeno 3 settimane dopo la riapertura, valutare la necessità di ripristino con eventuale estensione geografica". 

Il nuovo Dpcm di novembre, il lockdown per territori e il coprifuoco in tutta Italia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lockdown "pulsato": la proposta di 12 scienziati a Conte

Today è in caricamento