Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Lombardia verso la zona rossa dal 16 gennaio: "L'Rt si è improvvisamente innalzato"

"Stiamo peggiorando in tutti i parametri", ammette il governatore leghista Attilio Fontana. Intanto la regione più colpita da inizio epidemia è area arancione fino a venerdì 15 gennaio, in attesa del nuovo Dpcm, che stabilirà altre misure restrittive in vigore da sabato

Non si mettono bene le cose nelle regione più colpita da inizio epidemia. In Lombardia "la scorsa settimana l'Rt si è improvvisamente innalzato a 1,24 e tenendo conto dei nuovi parametri ci stiamo sicuramente avvicinando alla zona rossa": così ha spiegato il presidente della Lombardia Attilio Fontana a Sky TG24.

Lombardia verso la zona rossa dal 16 gennaio?

"Mi auguro che questi numeri si invertano" ha aggiunto, ma se non avverrà il rischio della zona rossa è più che concreto. E in questo caso, la zona rossa prevede "la chiusura delle scuole", tutte.  C'è poco spazio per l'ottimismo in queste ore: "Stiamo peggiorando in tutti i parametri", ammette il governatore leghista.

Intanto la Lombardia è in zona arancione fino al 15 gennaio, in attesa del nuovo Dpcm, che stabilirà altre misure restrittive in vigore da sabato 16 gennaio. La curva epidemiologica preoccupa; non c'è solo l'aumento dell'ormai noto indice di contagio Rt ma anche la pressione sugli ospedali, in particolare sulle terapie intensive. Scattano oggi in tutto il paese le misure che prevedono  infatti ben cinque regioni in zona arancione (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Calabria e Sicilia) e tutte le altre in area “gialla rafforzata”, con il divieto di circolazione oltre i confini regionali.

Già oggi nella riunione con il governo si valuterà "se all'interno delle singole zone vanno introdotte nuove restrizioni diverse da quelle che oggi esistono" ha aggiunto Fontana, parso molto critico circa "l'ondeggiamento fra zone" di colore diverso. "Abbiamo potuto accertare con abbastanza sicurezza che ci sono dei comportamenti che non possiamo più permetterci. L'ondeggiamento fra zone gialle, arancioni e rosse - ha spiegato  - non porta a una stabilità. Credo che con i nostri tecnici dovremmo concentrarci sull'indivuduazione di quei comportamenti che sono assolutamente da escludere, di quelle attività che sono da non svolgere e ciò consentirebbe forse un comportamento più equilibrato, non così altalenante, per sapere con alcuni mesi di anticipo - ha concluso - cosa si può fare e cosa no".

In regione è già iniziato intanto il dopo-Gallera. Attilio Fontana ha già iniziato a lavorare con la sua nuova vice, Letizia Moratti. "Dopo la presentazione di sabato, ci siamo messi subito a lavorare, abbiamo fatto il punto della situazione. Ora vado in ufficio e la rincontrerò". A una domanda se avesse subito questa scelta, chiarisce: "Mi sembra che l'assessore Moratti abbia detto che sono andato io a chiederle la sua disponibilità".

Lombardia in zona arancione fino al 15 gennaio

La nuova stretta dovrebbe colorare ancora una volta di rosso la Lombardia. Ieri a fronte di 25.011 tamponi effettuati hanno accertato 3.267 nuovi positivi (di cui 118 ‘debolmente positivi), con una percentuale del 13% tra test e casi scoperti. I dati sono in aumento rispetto alle 24 ore precedenti: sabato su 24.847 tamponi c'erano stati 2.506 positivi, un rapporto del 10,09%.

Scende il numero dei decessi: sono stati segnalati 59 morti (ieri erano 63),  per un totale dall'inizio della pandemia di 25.787. Sul fronte ospedali, il bilancio dei ricoveri continua ad essere pesante: è aumentato di 21 unità, portando il totale a 3.598. Nelle terapie intenisve l'aumento è stato di 3 unità, per un totale di 459. I guariti/dimessi sono cresciuti di +847, per un totale di totale complessivo: 417.173, di cui 3.839 dimessi e 413.334 guariti.

Il nuovo Dpcm e/o il decreto legge cambieranno le regole per la zona rossa, arancione e gialla ed è annunciato in arrivo un nuovo indicatore che porterà la stretta nei territori oltre all'indice di contagio Rt: il numero di casi ogni centomila abitanti.

Lo stato d'emergenza fino ad aprile, il nuovo Dpcm e il no al lockdown delle Regioni che rischiano la zona rossa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia verso la zona rossa dal 16 gennaio: "L'Rt si è improvvisamente innalzato"

Today è in caricamento