Mercoledì, 24 Febbraio 2021
Imperia

Maltempo: alluvione in Piemonte e Liguria, allagata Ventimiglia

Esonda il fiume Roya, isolate intere zone nel cuneese. Crolla un ponte, ci sono piogge, frane e vento. Auto e pullman bloccati nell'acqua

Il maltempo sta flagellando il Nord Italia. Sono ventidue le persone disperse a causa del maltempo che si è abbattuto sul Piemonte. Lo ha reso noto la Regione. Dieci sono i dispersi nel Cuneese, su cui si stanno facendo verifiche tra il versante italiano e quello francese. Un altro disperso si registra nel Vercellese, caduto con la sua auto nel Sesia. Il presidente del Piemonte, Alberto Cirio, ha chiesto lo stato d'emergenza. Ed è stato identificato il cadavere ritrovato sul greto del fiume Sesia, in località Bettole a Borgosesia. Il giovane, classe 1984, era stato dato per disperso dopo il crollo della carrozzabile che collega Doccio, frazione di Quarona, con Crevola, nel territorio di Varallo Sesia.

Gravi i danni causati a Limone Piemonte (Cuneo) dall'esondazione del torrente Vermegnano. A Garessio, sempre nel Cuneese, è esondato il Tanaro. Violente piogge anche in Veneto e in Valle D'Aosta. Un vigile del fuoco volontario di Arnad, in provincia di Aosta, è morto a causa del maltempo. Oltre alla Valsesia, danni ingenti e allagamenti si registrano anche nella zona pianeggiante della provincia di Vercelli. Il fiume Sesia ha rotto gli argini nei pressi di Caresana, al confine con la provincia di Pavia, inondando i campi. Situazione critica anche a Borgo Vercelli, dove il fiume principale del territorio ha rotto gli argini nei pressi della cascina Castelmerlino arrivando fino al centro abitato. Circa gli sfollati tra Vercelli, Borgo Vercelli, Borgosesia e Motta de' Conti.

"La situazione è drammatica. Circa 150 vigili del fuoco lavorano senza sosta dalla notte sul versante del Tenda, che cercheremo di raggiungere in treno, perché la strada è bloccata". Lo afferma all'Ansa il comandante dei vigili del fuoco di Cuneo, Vincenzo Bennardo. A preoccupare sono soprattutto i dispersi. "La situazione è in continua evoluzione - spiega Bennardo -. Stiamo cercando di verificare le segnalazioni che ci arrivano". Tra queste quella di un gruppo di italiani, 4-6 persone, dispersi in Val Roya, al di là del Tunnel del Tenda, che resta chiuso. "I telefoni non funzionano, per cui l'unico modo di verificarlo è andare dall'altra parte".

Intanto il fiume Roya è esondato a Ventimiglia allagando diverse strade. Un autobus è rimasto bloccato in via Cavour con l'acqua fino ai finestrini. Molti i danni a locali allagati: un evento che non si ricorda a memoria d'uomo. A provocare lo straripamento sono le copiose piogge scese durante la giornata in val Roya, martoriata dal maltempo soprattutto sul versante francese, dove si segnala il crollo della strada nella zona di Vievola, sulla RD6204 (così prende il nome la statale 20, quando attraversa il tratto francese); una frana nei pressi di Saint Dalmas de Tende. Nella val Roya è crollato il ponte romanico sulla strada statale tra il paese e Saint Dalmas; in Val Vermegnana ci sono state frane ed esondazioni e la stazione sciistica di Limone Piemonte è rimasta isolata per le fortissime piogge.

Piogge intense stanno interessando da alcune ore il Piemonte, in particolare il cuneese dove in poche ore sono caduti fino a 300 mm di pioggia a Limone, ma anche il verbano e il biellese. A causa delle forti precipitazioni, i fiumi stanno registrando un generale incremento dei livelli idrometrici. Nel cuneese si segnalano significativi incrementi nell'alto Tanaro con il superamento della soglia di pericolo nella sezione di Ponte di Nava, superamenti della soglia di guardia sono stati registrati anche per il Corsaglia a Frabosa Soprana e il Vermenagna a Robilante. Nel vercellese il Sesia a Borgosesia, nel vercellese, ha superato la soglia di pericolo mentre valori in crescita ma ancora al di sotto delle soglie di guardia sono registrati nel Mastallone a Varallo, sempre nel vercellese, e il Sessera a Pray, nel biellese. Nel verbano si segnalano superamenti delle soglie di guardia per il torrente Anza e per lo Strona a Gravellona, mentre nel torinese i livelli dell'Orco crescono con valori al momento al di sotto delle soglie.

Secondo le previsioni di Arpa Piemonte, le prossime ore continueranno a essere caratterizzate da forte e diffuso maltempo sulla regione, con particolare criticità sulle zone al confine con la Liguria e sul settore settentrionale. La persistenza delle precipitazioni porterà a un sensibile aumento dei livelli idrometrici anche nei corsi d'acqua principali. Nel nord Piemonte i livelli di Sesia e Toce aumenteranno fino a superare le soglie di guardia. In crescita anche il livello del lago Maggiore mentre nel torinese i livelli del Po saranno in crescita nella notte. Incrementi più consistenti saranno registrati, invece, per la Dora Baltea. Intanto, vigili del fuoco del comando di Torino stanno andando a rafforzare il dispositivo di soccorso del comando di Cuneo impegnato per fronteggiare il maltempo che ha colpito la valle Vermenagna isolando il colle di Tenda e dell'alta valle. Nucleo sommozzatori, operatori macchine movimento terra e soccorritori fluviali sono in arrivo nelle zone più critiche.

Weekend col ciclone, è l'allerta rossa: quasi tutta Italia sotto assedio del maltempo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo: alluvione in Piemonte e Liguria, allagata Ventimiglia

Today è in caricamento