Giovedì, 17 Giugno 2021
L'evento trasversale

#Temposcaduto, migliaia di persone in piazza per la manifestazione a sostegno della legge Zan

L'evento si è aperto con la versione di “Bella Ciao” di Milva, la cantante da poco scomparsa. C'erano diverse personalità politiche, fra cui l'ex compagna di Berlusconi e lo stesso deputato da cui prende il nome la legge

Piazza di Milano per il Ddl Zan - foto dal profilo Twitter di Si

"Siamo ottomila". Lo hanno annunciato dal palco di Milano dove si è tenuta la manifestazione organizzata dai Sentinelli per chiedere il voto il prima possibile del Ddl Zan contro ogni forma di discriminazione verso gli omosessuali, transessuali e i disabili. In tanti dunque si sono ritrovati all’arco della Pace di Milano per spingere il disegno di legge e rimarcare che siamo ancora troppo in ritardo su questo tipo di riforme. Tanto che l’hashtag della giornata è stato #temposcaduto. Tempo scaduto per il Parlamento, che deve sbrigarsi e farlo senza ostruzionismo di alcun genere.

Alla manifestazione del capoluogo lombardo c’erano diverse sigle politiche tra cui Sinistra Italiana. E’ stata la piazza dei diritti, aperta con la versione di “Bella Ciao” di Milva, la cantante da poco scomparsa. Piazza anche trasversale perché erano presenti sia lo stesso Alessandro Zan che Francesca Pascale, l'ex compagna di Berlusconi.  "Ci lasciamo con una promessa: noi porteremo a casa la legge contro i crimini d'odio: non ci può fermare più nessuno. La legge non è di Zan ma di tutti voi – ha detto il deputato Zan - dal palco della manifestazione. "Non essere qui in piazza oggi non é prendere una posizione politica ma essere a favore delle discriminazioni e dell'odio -  ha detto Francesca Pascale che, a chi le ha chiesto se fosse delusa da Forza Italia, ha risposto: "Sono delusa da alcuni esponenti di Forza Italia che tendono ad abbracciare un'area sovranista piu' che essere fermi nell'area liberale in cui Forza Italia è nata". Dal palco hanno parlato anche Susanna Camusso, Malika, la ragazza cacciata di casa dalla madre perché lesbica e lo stesso Zan.

"Ogni persona ha diritto a prendere per mano la propria vita. Non saranno pregiudizi o scelte miopi di qualche sepolcro imbiancato a fermarci". Lo ha affermato il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. "E' quello che ci dice la bellissima piazza di Milano oggi. Il Ddl Zan e' una legge di civiltà che deve essere approvata. Subito". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#Temposcaduto, migliaia di persone in piazza per la manifestazione a sostegno della legge Zan

Today è in caricamento