Domenica, 16 Maggio 2021
La diretta della manifestazione / Roma

Io Apro, la sfida della piazza: tensione durante la manifestazione non autorizzata

I manifestanti si erano dati appuntamento alle ore 14:50 a piazza San Silvestro per muoversi in corteo verso Montecitorio ma hanno trovato chiuse dalla Polizia le strade attorno ai Palazzi romani. Bombe carta e spintoni con le forze dell'ordine, blocchi del traffico e alcuni fermi: la cronaca di una giornata ad alta tensione

In foto le immagini della manifestazione a Roma (Stefano Pagliarini)

Una giornata di tensione quella vissuta nel centro storico di Roma con Palazzo Chigi, Montecitorio e il Senato presidiati da un imponente cordone di sicurezza delle forse dell'ordine schierati per prevenire scontri e violenze durante la manifestazione "Io apro": ben 130 i pullman che sarebbero arrivati da tutta Italia per protestare contro il prolungamento delle misure anti contagio che limitano l'apertura degli esercizi commerciali fino a maggio.  

I manifestanti si erano dati appuntamento alle ore 14:50 a piazza San Silvestro per muoversi in corteo verso Montecitorio ma hanno trovato le strade chiuse dalla Polizia anche attraverso il dispiegamento di blindati per evitare che riaccada quanto registrato la settimana scorsa, con scontri fuori alla Camera dei deputati e due agenti feriti.

La manifestazione a Roma, il video in diretta

  • Aggiornamento 18:16: mentre si sciolgono gli assembramenti si registra il primo bilancio con un manifestante colpito da una bottigliata e alcuni identificati. Documentato anche il fermo di un manifestante a piazza del Popolo. Un nutrito gruppo di manifestanti si trova ancora ai piedi di Montecitorio, controllato da una schiera di agenti in tenuta antisommossa che impediscono loro l'accesso alla piazza. Una delegazione dei manifestanti, a quanto si apprende, sarà ricevuta dal sottosegretario all'economia, Claudio Durigon.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  • Aggiornamento ore 17:30: Al grido di 'libertà' un gruppo di manifestanti sta percorrendo in corteo vai del Corso diretti verso piazza del Popolo. Alcuni sventolano bandiere tricolore. Durante il percorso sono stati rovesciati monopattini e cassonetti. I manifestanti urlano slogan contro il governo. 

I ristoratori prendono le distanze dai violenti: "Non vogliamo soldi, vogliamo solo lavorare"

  • Aggiornamento ore 17:00: Un gruppo di manifestanti di Io Apro dissociandosi dalle violenze portate avanti dai gruppi di estrema destra si è staccato dal sit-in di piazza San Silvestro e dopo aver raggiunto piazza del Popolo si prepara a bloccare il traffico su viale del Muro Torto, importante arteria stradale del centro storico di Roma. I manifestanti sono stati caricati dalle forze dell'ordine a piazzale Flaminio.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  • Aggiornamento ore 16:54: Un gruppo di manifestanti del sit-in non autorizzato di IoApro ha lasciato piazza San Silvestro e si è spostato vicino al Parlamento. I manifestanti di trovano ora in via dei Prefetti, a due passi dalla Camera. A sbarrare la strada un cordone delle forze dell'ordine
  • Aggiornamento ore 16:30: bloccati dallo schieramento delle Forze dell'ordine un gruppo di manifestanti si è staccato dal sit-in non autorizzato a piazza San Silvestro e, passando per le vie laterali, si sta dirigendo verso piazza del Popolo.

io apro manifestazione oggi video fb 3-2

  • Aggiornamento 15:18: in piazza San Silvestro, a due passi da palazzo Chigi, ci sono un migliaio di persone. Forte la tensione con la polizia che blocca la partenza del corteo. I manifestanti, alcuni con le manette, e le mani alzate chiedono di andare verso Montecitorio. Bombe carte dalla testa del corteo mentre la polizia procede con piccole cariche di alleggerimento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni manifestanti si stanno muovendo verso il cordone di sicurezza che sigilla piazza San Silvestro a Roma. Al grido "riaperture subito" anche alcuni militanti di Casapound hanno raggiunto piazza San Silvestro per la manifestazione non autorizzata di "IoApro". "La paura di morire non ci sta facendo vivere" recita uno striscione esposto.

Momi El Hawi, ristoratore leader del movimento IoApro, è giunto in piazza San Silvestro con le manette ai polsi. "Non ci fermeremo finche' tutte le attivita' saranno aperte - ha aggiunto - non diamogli nessuna possibilita' di dire che siamo violenti. Non siamo persone violente". In manette sono arrivati in piazza anche altri organizzatori della manifestazione di Roma. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qui la diretta di Stefano Pagliarini dalle strade di Roma

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le forze dell'ordine ricordano che la manifestazione organizzata sui social network dal movimento 'Io apro' non è stata autorizzata dalla Questura di Roma. "Siamo venuti a Roma con l'intenzione di manifestare pacificamente e restiamo di questa idea anche se la tensione che si e' creata nella Capitale dovuta i controlli e ai divieti per impedirci di manifestare non aiuta" dichiara ad Agenzia Nova Umberto Carriera dell'associazione "IoApro", uno degli organizzatori della manifestazione che sostiene come molti manifestanti abbiano trovato controlli rafforzati sia alla Stazione Termini che ai caselli autostradali. Secondo quanto appreso dall'agenzia Ansa sarebbero 13 le persone dirette al sit in organizzato da IoApro bloccate dalle forze dell'ordine alla Stazione Termini e identificate.

Carriera sostiene che l'appuntamento per la manifestazione "resta fissato a Montecitorio - dice- ho sentito di alcuni gruppi che voglio riunirsi al Panteon, ma la nostra intenzione è quella di appoggiare la manifestazione di 'Roma più Bella'. Ci siamo sentiti con gli organizzatori e condividiamo la loro protesta. Loro sanno che andiamo".

Io Apro sfida la Questura e il Governo: "In 50mila a Montecitorio"

Il "piano" è quello di accodarsi alla manifestazione autorizzata evitando, quindi, di passare per abusivi. Lo hanno ribadito ieri Mohamed El Hawi, ristoratore fiorentino che fa parte di Io Apro, intervistato da Lucia Annunziata a 'Mezz'ora in più' rincara: "Noi a Montecitorio andremo lo stesso, ci appoggeremo a un'altra manifestazione di imprenditori autorizzata". E ancora Antonio Alfieri, un altro dei fondatori e ristoratore di Sassuolo, a 'Non è l'arena' di Massimo Giletti ribadisce il concetto poche ore più tardi: "Noi andremo comunque a Roma, stiamo fallendo e manifestare è un diritto".

Il messaggio passato alla stampa dalle forze dell'ordine è chiaro: senza autorizzazione, sotto piazza Montecitorio, non si arriva. Dopo gli scontri di martedì scorso - dove si era registrata anche la presenza di esponenti di CasaPound, no mask e altri gruppi di estremist - la tensione è palpabile. 

Riaperture, giovedì le proposte delle Regioni al Governo

Oggi il neo presidente della conferenza delle Regioni e governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha spiegato che giovedì verranno consegnate le proposte al governo "in un'ottica costruttiva e collaborativa, trovando soluzioni per avere la massima sicurezza possibile garantendo la ripresa dell'attività economica"

"Come regioni presenteremo una proposta di linee guida per le riaperture - spiega a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora -  senza voler dare una data precisa. Penso però che ci siano alcune attività che possono esser fatte in sicurezza: ad esempio quelle che si possono svolgere all'aperto e in sicurezza, come mangiare stando seduti. Mi sembra di capire che il governo dovrebbe avere una cabina di regia questa settimana per ipotizzare le prime aperture, anticipando maggio" conclude.

Seguiremo in diretta le notizie in arrivo dal centro della Capitale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Io Apro, la sfida della piazza: tensione durante la manifestazione non autorizzata

Today è in caricamento