Venerdì, 26 Febbraio 2021

"Non muoio, sto solo delocalizzando": polemiche sulla vignetta contro Marchionne

Mario Natangelo, vignettista del Fatto Quotidiano, è stato criticato, tra gli altri, da Emanuele Fiano e Marco Di Maio. Il vignettista risponde ai detrattori: hanno una cosa che li accomuna, sono del Pd

La vignetta contestata

"Tranquilli non sto morendo, sto solo delocalizzando". Fa discutere la vignetta dedicata a Sergio Marchionne pubblicata ieri dal Fatto Quotidiano. Nonostante le gravissime condizioni di salute del manager - morto oggi a 66 anni -, il vignettista Mario Natangelo non ha rinunciato al suo "diritto" di fare satira, tirando in ballo le scelte manageriali fatte dall’ex capo di Fca. Ha esagerato? Sì, secondo alcuni esponenti del Pd (e non solo). "Non ci potevo credere, eppure è tutto vero" scrive il deputato dem Marco Di Maio.

"Questa vignetta pubblicata a pagina 5 dal ‘Fatto Quotidiano’ su #Marchionne rappresenta uno dei punti più bassi raggiunti dal giornalismo italiano. Vergogna".  Troppo anche per il parlamentare Luciano Nobili, che oggi ha rilanciato la vignetta condannandola duramente sui social: "Una vignetta indegna. Naturalmente sul Fatto Quotidiano. Fermatevi, barbari". "Se questa è una vignetta" scrive invece Emanuele Fiano. 

Molto dura la risposta di Natangelo che su Facebook ha accusato i suoi detrattori di essere del Pd.

"Ecco, al momento, il mio podio personale delle reazioni alla vignetta su Marchionne che delocalizza. 
Terzo Posto, Luciano Nobili che in delirio classicista invoca la guerra ai barbari (cioè, quelli che fanno satira)
Secondo posto, Marco Di Maio. All'inizio pensavo che scherzasse, poi ho capito che davvero scrive come se fosse un redattore di un sito di clicbaiting: "NON RIESCO A CREDERCI! CLICCATE QUI SE VOLETE VEDERE COSA HA POTUTO DISEGNARE QUESTO VIGNETTISTA"

 

Il primo, meritatissimo, posto è per Emanuele Fiano. Tutti lo conosciamo per il suo importante impegno sulla questione dell'antisemitismo. E quindi, giustamente, storpia il nome di un testo fondamentale, "Se questo è un uomo", per attaccare una vignetta satirica sull'operato di Marchionne".

Quindi la stoccata:

"Ora, indovinate cosa accomuna questi tre signori.
Ci siete riusciti? E' facile, sono sempre quelli che quando vedono una vignetta vedono rosso. Sono gli amici della democrazia.
Vi do un indizio: inizia con la P. e finisce con la D.
Dai, vi ho aiutato fin troppo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non muoio, sto solo delocalizzando": polemiche sulla vignetta contro Marchionne

Today è in caricamento