Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

Uccisa dall’ex dopo 12 denunce, Conte annuncia: “Lo Stato risarcirà i figli di Marianna Manduca”

L’annuncio del presidente del Consiglio nel giornata internazionale contro la violenza sulle donne

“Lo Stato deve essere in grado di riconoscere i propri errori”. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte annuncia così che saranno risarciti i tre figli di Marianna Manduca, la donna assassinata a soli 32 anni dal marito a Palagonia nel 2007. Lo Stato fu condannato a risarcire i tre figli di Marianna (che all'epoca del delitto avevano 3,5 e 6 anni) perché, nonostante le dodici denunce presentate dalla donna, non fu in grado di proteggerla. Il tribunale civile di Messina aveva ritenuti infatti responsabili di negligenza i magistrati della procura di Caltagirone e la presidenza del Consiglio era stata condannata a risarcire gli orfani.

I tre figli di Manduca, Carmelo, Stefano e Salvatore, si erano visti quindi riconosciuto in primo grado un risarcimento di 250mila euro. L’anno scorso però la corte d’appello di Messina aveva annullato quel risarcimento, dando ragione alla Presidenza del Consiglio che aveva fatto ricorso sostenendo che all’epoca dei fatti i magistrati di Caltagirone fecero il possibile. Il prossimo 9 dicembre si terrà a Catanzaro il secondo processo d’appello nel quali i giudici dovranno decidere se quel risarcimento dovrà essere essere restituito allo Stato, come aveva stabilito la corte d’appello di Messina. 

"Lo Stato riconosce i suoi errori"

“Molti ricorderanno Marianna Manduca, assassinata a soli 32 anni nel 2007 dal marito: ha lasciato tre figli ancora minorenni che hanno passato un calvario giudiziario per vedere riconosciuti i loro diritti”,  ha detto il presidente del Consiglio durante la conferenza stampa sulla giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

“A Carmelo, Stefano e Salvatore dico che certo non riavranno più la loro mamma -'giovane e bella, coi capelli neri', la descriveva Carmelo - ma lo Stato sottoscriverà un accordo transattivo che riconoscerà loro non solo di poter conservare una somma che era stata riconosciuta alla loro mamma" che aveva denunciato, "inascoltata", le violenze subite "ma gli riconoscerà anche una cospicua somma a titolo di danno non patrimoniale. Lo Stato deve essere in grado di riconoscere i propri errori, le prioprie responsabilità. Riconoscere l'errore - dice ancora il premier - vuol dire contribuire a tutelare le dignità delle vittime di violenza, che non devono mai più provare vergogna o sentirsi sole". 

omicidio marianna manduca ansa-2

Un carabiniere, a Palagonia (Catania), mentre guarda un mazzo di fiori, per terra, nel luogo dove Saverio Nolfo ha ucciso l’ex moglie Marianna Manduca e ferito gravemente l’ex suocero, Salvatore, con un coltello. ANSA/ORIETTA SCARDINO/I51

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa dall’ex dopo 12 denunce, Conte annuncia: “Lo Stato risarcirà i figli di Marianna Manduca”

Today è in caricamento