Mercoledì, 27 Gennaio 2021
La denuncia / Milano

Martina Luoni: "Ho 26 anni e ho il cancro, per il covid gli ospedali non possono curarmi"

La storia straziante e l'appello sui social della ragazza di Milano, tra sanità al collasso e ambulatori chiusi

Martina Luoni

Il suo video-appello su Instagram è diventato virale. "Io, ventiseienne malata di cancro, per il Covid non posso essere curata. Gli ospedali sono al collasso e ci vengono tolte le visite, non è giusto", dice Martina Luoni, che vive a Milano e racconta il suo incubo da malata oncologica durante l'epidemia di coronavirus. Da tre anni Martina combatte contro un tumore al colon. Sta vivendo sulla sua pelle gli effetti di questa pandemia sul sistema sanitario.

"Una cosa molto grave, che tocca me e tantissime altre persone che mi hanno contattato per condividere con me le loro esperienze. Ho voluto dare voce a tutti loro. La mia è sia una denuncia sia un appello"

E per questo ha postato su Instagram un video in cui denuncia la situazione negli ospedali lombardi ai tempi del coronavirus. "Con questo video racconto per chi non mi conoscesse in breve la mia storia ma non solo... questo video è una DENUNCIA sulla situazione sanitaria in Lombardia - scrive Martina Luoni -. Io come tante altre persone malate oncologiche stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso come se non bastasse la nostra patologia ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa CHIUDERE ambulatori e saltare visite".

L'appello di Martina Luoni: ""Ho 26 anni, un cancro al colon e non posso più essere curata"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E continua: "Ecco, con questo video vorrei riuscire a dare voce a chi come me si trova ogni giorno a combattere per la propria vita e non si può permettere di essere rimandato perché il sistema sanitario è al collasso e le attività CHIRURGICHE NON possono essere sospese! Facciamo arrivare questo messaggio lontano grazie al potere della condivisione, aiutatemi a condividere il video e tagghiamo anche nei commenti chi potrebbe aiutarci a far arrivare questo grido lontano!".

Il Pascale di Napoli raccoglie l'appello della ragazza

"Cara Martina, vieni al Pascale che ti curiamo noi". L'Istituto nazionale dei tumori "Fondazione Pascale" di Napoli risponde all'appello lanciato da Martina Luoni, 26enne milanese, malata di cancro, che su Instagram ha denunciato la difficoltà ad essere curata nella sua regione nel giorno in cui le è arrivata la notizia che il suo intervento è stato annullato causa Covid. Il suo sos non è sfuggito al direttore generale del "Pascale" di Napoli, Attilio Bianchi che si è consultato con il management e con gli oncologi dell'istituto, decidendo che Martina può venire a curarsi a Napoli.

Per comunicarglielo, il Pascale ha utilizzato lo stesso mezzo utilizzato da Martina, Instagram: "Cara Martina - si legge nel post pubblicato sulla pagina del Pascale - sono il direttore generale dell'Istituto nazionale dei tumori Pascale di Napoli. Ho letto sui social il tuo problema, ti offro la disponibilità del nostro Istituto ad affrontarlo insieme con te. Contattaci, ti invio il mio indirizzo mail: direzionegenerale@istitutotumori.na.it".

martina luoni2-2

La lotta silenziosa in ospedale, i respiri a metà e la lettera al nonno accanto al lettino: "Mi manchi"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina Luoni: "Ho 26 anni e ho il cancro, per il covid gli ospedali non possono curarmi"

Today è in caricamento