Sabato, 27 Febbraio 2021

In Calabria obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto

La Nuova ordinanza firmata dalla presidente Jole Santelli dispone inoltre l'obbligo di rilevare la temperatura corporea per entrare in ogni attività economiche, produttive e ricreative. Previste multe fino a 1000 euro

Torna la mascherina obbligatoria all'aperto per tutto il giorno anche in Calabria (dopo la Campania). La presidente della Regione Jole Santelli ha infatti firmato una nuova ordinanza che "per la prevenzione e la gestione dell'emergenza Covid-19" istituisce l'obbligo di utilizzo della mascherina anche all'aperto per tutti i cittadini, esclusi i bambini al di sotto dei sei anni e le persone con disabilità non compatibile con l'uso del dispositivo di protezione. L'ordinanza è valida sino al 7 ottobre.

Disposto anche l'obbligo di rilevare la temperatura corporea a dipendenti ed utenti di tutte le attività economiche, produttive e ricreative, negli uffici pubblici ed aperti al pubblico. Previste sanzioni fino a 1000 euro per chi non rispetterà le disposizioni

Mascherina obbligatoria all'aperto in Calabria

In una nota della Regione Calabria si legge: "Si tratta dell'Ordinanza n.68 la quale, ferme restando le misure statali e regionali di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, nel territorio regionale, fino a tutto il 7 ottobre 2020, prevede tra l'altro: l'obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare correttamente la mascherina o altra idonea protezione a copertura di naso e bocca, oltre che in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico e sui mezzi di trasporto pubblico, anche in tutti i luoghi all'aperto, per tutto l'arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le deroghe previste dalle norme vigenti".

Sono esentati dall'obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie, prosegue la nota, "i bambini sotto i sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti e le persone durante l'esercizio in forma individuale di attività motoria e/o sportiva".

L'ordinanza dispone anche "per tutte le attività economiche, produttive e ricreative e per gli uffici pubblici ed aperti al pubblico, l'obbligo di rilevazione della temperatura corporea per dipendenti ed utenti, impedendo l'accesso nei casi in cui venga rilevata una temperatura superiore a 37,5 C° e comunicando la circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell'ASP territorialmente competente per gli adempimenti di consequenziali".

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 191.675 tamponi. Le persone risultate positive al coronavirus sono 1.906 (+10 rispetto a ieri), quelle negative sono 189.769. Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria, che fa registrare 508 casi attualmente attivi, 8 più di ieri. "Territorialmente - prosegue - i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 11 in reparto; uno in terapia intensiva; 66 in isolamento domiciliare; 191 guariti; 33 deceduti. Cosenza: 12 in reparto; 2 in terapia intensiva; 111 in isolamento domiciliare; 482 guariti; 34 deceduti. Reggio Calabria: 7 in reparto; 99 in isolamento domiciliare; 329 guariti; 19 deceduti. Crotone: 22 in isolamento domiciliare; 117 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia: 2 in reparto; 21 in isolamento domiciliare; 85 guariti; 5 deceduti. Altra Regione o stato estero: 251 (nel totale è compresa anche la persona deceduta al reparto di rianimazione di Cosenza che era residente fuori regione).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Calabria obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto

Today è in caricamento