Venerdì, 26 Febbraio 2021
L'opinione di Violetto Gorrasi

L'opinione di Violetto Gorrasi

A cura di Violetto Gorrasi

Massimo Giletti e l'inutile teatrino del kiwi mangiato in diretta

Nei giorni in cui alcuni virologi ed epidemiologi lanciano l'allarme sulla variante inglese del coronavirus invocando un nuovo lockdown totale per contenere i contagi, Massimo Giletti invita (o meglio, continua ad invitare) Mariano Amici nel suo salotto tv della domenica sera. Amici è un medico di base di Ardea, sul litorale romano, ormai diventato famoso per un esperimento riproposto nella trasmissione di La7 in cui esegue il tampone su un kiwi per dimostrare che i test non servono a niente. Verrà ascoltato dall'Ordine dei medici di Roma per le sue affermazioni discutibili sui tamponi, sui vaccini e sulla pandemia in generale: rischia sanzioni che possono arrivare anche fino alla radiazione dall'albo.

Ieri sera, sempre a "Non è l'Arena", è andata in scena l'ennesima puntata della saga Giletti-Amici, stavolta con una variante trash per non dire inutile: il conduttore, ridacchiando, ha mangiato un kiwi in diretta chiedendo al dottor Amici "Se adesso faccio il tampone che succede? Mi becco il covid?", mentre il medico ribadiva le sue discutibili teorie. Una scenetta di cui avremmo fatto volentieri a meno, degna di una tv che sostituisce il cabaret alla scienza e fa un servizio soltanto alla confusione.

A dicembre Mariano Amici è stato uno dei camici bianchi segnalati all'Ordine dei medici di Roma insieme ad altri due colleghi per affermazioni contro il vaccino anti coronavirus Sars-CoV-2. Lui aveva respinto le accuse al mittente, difendendosi così: "In queste settimane per screditare la mia azione mi hanno dato del negazionista ma è una calunnia. Sono stato chiamato dall'Omceo Roma (Ordine dei medici, dei chirurghi e degli odontoiatri, ndr) perché ci sono state delle segnalazioni e ho risposto a quello che mi contestavano, tutto qui. Non sono un no-vax. Dico che le vaccinazioni non vanno fatte in maniera indiscriminata, al paziente va spiegato quello che gli viene fatto".

Poi a "Non è l'Arena", il talk condotto da Massimo Giletti su La7, era stato protagonista di un acceso scontro con l’infettivologo del San Martino di Genova Matteo Bassetti e il giornalista Luca Telese. Nel corso della puntata di qualche sera fa era stato riproposto anche il "famoso" video in cui Amici e altri due camici bianchi sottopongono alcuni tipi di frutta al test rapido per l'individuazione dell'infezione da coronavirus. E dopo quindici minuti il tampone effettuato sul kiwi restituisce un risultato positivo. Come avevamo già spiegato, si tratta di un esperimento che non ha alcun significato, per un motivo molto semplice: il tampone può reagire al kiwi in modi che non sono stati analizzati, dal momento che non sono i kiwi che devono essere testati, bensì gli esseri umani. Detto ciò, c'è davvero bisogno di invitare Mariano Amici in tv una settimana sì e l'altra pure?

Si parla di

Massimo Giletti e l'inutile teatrino del kiwi mangiato in diretta

Today è in caricamento