Venerdì, 19 Luglio 2024
La legge

Maternità surrogata come reato universale: arriva il primo sì

Il testo, proposto da Fratelli d'Italia, ha ottenuto il primo via libera da parte della commissione giustizia del Senato e scatenato non poche polemiche

 Via libera della commissione Giustizia del Senato al disegno di legge che introduce il reato universale di maternità surrogata. Concluso l'esame degli emendamenti e le dichiarazioni di voto, i gruppi hanno dato il mandato al relatore per l'approdo in Aula. A favore il centrodestra, contrarie tutte le opposizioni. Il provvedimento, che porta la firma di Fratelli d'Italia e fortemente voluto dalla stessa premier Giorgia Meloni, è stato approvato alla Camera il 26 luglio 2023.

Dura la reazione delle opposizioni. "In questo modo si rendono invisibili e privi di tutela migliaia di bambini, prosegue Cucchi. Il senso stesso di tutta questa discussione è non aprire un dibattito parlamentare sul riconoscimento dei diritti per i figli e le figlie delle coppie omogenitoriali, di tutte e tutti loro, non certo solo di quelli nati grazie alla gestazione per altri. Ma soprattutto quello di non affrontare mai il tema delle adozioni per single e coppie omosessuali. È un provvedimento ingiusto, demagogico e inapplicabile. E quello che ferisce di più è che tutto, ancora una volta, viene fatto per mera propaganda politica" commenta Ilaria Cucchi di Alleanza Verdi Sinistra. 

"È francamente inaccettabile che si facciano le corse per approvare in commissione un provvedimento che non è neanche calendarizzato per l'Aula e ci sia il totale silenzio, da parte dei presidenti di commissione, sul fine vita che invece è in calendario per l'aula il 17 settembre. Su quel disegno di legge non si fa niente, non sono state convocate le commissioni mentre si obbliga la commissione Giustizia a lavorare a tappe forzate per chiudere un provvedimento, quello sulla maternità surrogata, che ha carattere ideologico e interessa alla maggioranza" gli fa eco il senatore Pd Alfredo Bazoli. 

Di tutt'altro avviso l'opinione della maggioranza: "L'ok in commissione Giustizia del Senato al ddl, a prima firma dell'onorevole Varchi, sul reato universale di maternità surrogata è una svolta storica. Diciamo basta alla mercificazione del corpo femminile e dei bambini. Un passo importante nell'azione di lotta e contrasto a un crimine aberrante qual è l'utero in affitto. Fratelli d'Italia fin dalla scorsa legislatura, con una proposta di legge a prima firma Giorgia Meloni, aveva cercato di rendere la maternità surrogata reato universale. Oggi, grazie al lavoro del governo, possiamo gioire per questo via libera che segna un cambio di paradigma su questa materia". Lo dichiara il senatore di Fratelli d'Italia, Raoul Russo, componente della commissione Sanità di Palazzo Madama.

Dopo il passaggio in Commissione, il disegno di legge dovrà essere discusso ed eventualmente approvato in Aula, al Senato. Dove però l'opposizione promette di dare battaglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maternità surrogata come reato universale: arriva il primo sì
Today è in caricamento