rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Le parole del capo dello Stato

Mattarella: "I giovani accettino i rischi e si mettano in gioco"

Il discorso del capo dello Stato all'inaugurazione dell’anno accademico all'università di Foggia: necessario "garantire ai giovani una prospettiva di vita e di realizzazione personale, uguaglianza e libertà"

L'Italia è "in un momento di rilancio" che non può non partire dai giovani, capaci di impegnarsi in prima persona per questo cambiamento. Parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella dall'aula magna dell’Università di Foggia, dove ha inaugurato l'anno accademico.

Il capo dello Stato ha ribadito la necessità di "garantire ai giovani una prospettiva di vita e di realizzazione personale, uguaglianza e libertà", invitando le generazioni più giovani a raccogliere questa sfida. Oggi, ha detto Mattarella, c'è la "necessità di sostenere un'economia che cresce, di aumentare i posti di lavori e vi è un'azione indispensabile, quella della formazione delle coscienze".

Il messaggio di Mattarella ai giovani

"Chiedere ai giovani di impegnarsi, di non tirarsi indietro, di accettare il rischio, di mettersi in gioco è l'orizzonte che tutto il nostro Paese si pone come obiettivo, di cui tutto il nostro Paese ha bisogno - ha aggiunto Mattarella - Una giovane generazione che cresce consente al nostro Paese di sperare in una crescita costante, dell'innovazione, del senso di responsabilità, del senso di eguaglianza, del senso di libertà praticata e realmente vissuta". Un messaggio diretto ai giovani di quel territorio ma di tutta Italia.

In questa fase di rilancio, ha sottolineato poi il capo dello Stato, "le università sono un punto decisivo". Nel discorso di Mattarella, anche un passaggio sulla legalità: "Anche nella lotta alla criminalità, nell'impegno per sconfiggerla ed eliminarne la presenza l'Ateneo svolge un ruolo importante. Accanto all'elemento prezioso e indispensabile dell'attività di prevenzione e repressione, accanto all'esigenza di una pubblica amministrazione trasparente ed efficiente, alla necessità primaria di una economia che cresca e renda il tessuto sociale più forte, vi è una azione indispensabile che è quella della formazione delle coscienze. Tutte le strutture, le realtà, le agenzie, i luoghi di formazione, sono chiamati a far sviluppare il senso della comunità, il rispetto degli altri, la legalità". 

Il rettore dell’università di Foggia, Pierpaolo Limone, ha lodato le parole del presidente della Repubblica. "Tutto il tema dell'intervento - ha detto il rettore - era sul futuro, era centrato sui giovani e sulla possibilità di creare opportunità. E credo che Mattarella abbia fatto bene a rimarcare la centralità di queste giovani generazioni rispetto a un territorio che può crescere molto".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mattarella: "I giovani accettino i rischi e si mettano in gioco"

Today è in caricamento