Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

Minacce e insulti via email a Locatelli: perquisizioni

Gli inquirenti hanno individuato i 13 mittenti delle numerose mail inviate, sottoponendo i cinque soggetti ritenuti autori delle minacce di morte a perquisizione domiciliare

I carabinieri del comando provinciale di Roma, su delega della locale procura della Repubblica e con il supporto dei carabinieri dei comandi provinciali di Torino, Faenza, L’Aquila, Parma e Taranto, hanno eseguito alcune perquisizioni domiciliari nei confronti di persone, indiziate di essere gli autori delle minacce di morte e degli insulti al presidente del Consiglio superiore di Sanità del ministero della Salute e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli.

Le minacce erano state veicolate, a partire dallo scorso mese di febbraio, attraverso numerosi messaggi di posta elettronica indirizzati al prof. Locatelli, quando era promotore della campagna vaccinale e delle disposizioni relative alle misure anti-Covid19. I carabinieri della sezione indagini telematiche del Nucleo investigativo di Roma, coordinati dalla procura della Repubblica di Roma, hanno individuato i 13 mittenti delle numerose mail inviate, sottoponendo i cinque soggetti ritenuti autori delle minacce di morte a perquisizione domiciliare.

"A questi ultimi, residenti nelle province di Torino, Faenza, L’Aquila, Parma e Taranto - fanno sapere i carabinieri - sono stati sequestrati i telefoni cellulari ed i computer che verranno sottoposti ad accurata analisi al fine di accertare la concretezza delle minacce proferite e la loro eventuale appartenenza a frange estremiste".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e insulti via email a Locatelli: perquisizioni
Today è in caricamento