rotate-mobile
Sabato, 1 Ottobre 2022
La proposta

Monopattini, si va verso il casco obbligatorio anche per gli adulti?

Il 7 settembre è in programma un incontro al Ministero per discutere della regolamentazione dei mezzi elettrici. Assosharing esprime intanto la sua contrarietà

A pochi giorni dall’incontro organizzato al Minstero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile per discutere della regolamentazione della circolazione dei monopattini, Assosharing interviene nel dibattito esprimendo la sua contrariaetà all’obbligo di casco per i maggiorenni.

L’associazione che riunisce gli operatori di sharing mobility prenderà parte al tavolo insieme con Anci, obiettivo discutere anche delle proposte oroposte di indirizzo sul Recovery Plan a sostegno della mobilità sostenibile in sharing. E se conferma l’importanza di imporre il casco ai minori che usano i monopattini, ritiene che non l’obbligo non vada inserito per gli adulti.

"L'estensione dell'imposizione all'intera platea degli utilizzatori - si legge in una nota dell'associazione - soprattutto in un servizio di sharing, creerebbe un'anomalia tutta italiana che porterebbe inevitabilmente le aziende a concentrare gli investimenti in altri Paesi, mettendo a rischio un settore che in Italia conta complessivamente circa 2.000 posti di lavoro e milioni di utenti".

"Bisogna sottolineare - prosegue l'associazione - come la quasi totalità degli incidenti più gravi si sia verificata su monopattini privati, i quali sono 10 volte più numerosi dei mezzi in sharing e non godono dello stesso livello di sicurezza e di controllo. Basti pensare che mentre gli operatori di sharing devono certificare il rispetto dei requisiti normativi durante le procedure di selezione, esiste una moltitudine di mezzi privati che non è sottoposta ad alcun controllo".

Nei giorni scorsi il dibattito sulla regolamentazione dell’uso dei monopattini si è infiammato dopo la morte di un tredicenne a Sesto San Giovanni. Il ragazzino è caduto dal monopattino di un amico e ha battuto la testa, e a nulla sono valsi tutti i tentativi di rianimarlo. Una tragedia che ha spinto il sindaco della città alle porte di Milano, Roberto Di Stefano, a firmare un’ordinanza che impone a chi usa monopattini elettrici l’obbligo del casco e limiti di velocità di 20 km all'ora sulle piste ciclabili e di 5 nelle aree pedonali.

Tra le proposte al vaglio del Parlamento per la regolamentazione c’è appunto l’obbligo universale del casco, l’equiparazione a ciclomotori e il l’obbligatorietà di assicurazione e targa per questi mezzi: "Due sono le previsioni che crediamo debbano necessariamente essere inserite - ha detto  il segretario dell'associazione nazionale funzionari di polizia, Enzo Marco Letizia, commentando le proposte normative in tema di circolazione dei monopattini elettrici - obbligatorietà dell'assicurazione sulla responsabilità civile e del casco  protettivo. Convinti che questi mezzi possano diventare una alternativa a veicoli più inquinanti, dall'altro lato va disincentivato il loro utilizzo ludico dove minorenni, spesso infra-quattordicenni, si lanciano in pericolose gimcane nel traffico veicolare e pedonale''.

Tutto è dunque ancora in discussione, ma Assosharing ha anticipato in particolare la contrarietà relativa all’obbligo di casco per gli adulti. "Gli operatori dei monopattini in sharing - fanno sapere - manifestano ottimismo per l'incontro con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile e Anci, che si terrà il 7 settembre. L'obiettivo è definire nuove linee guida su circolazione e parcheggio, così da garantire maggiore sicurezza e decoro urbano. In particolare, gli operatori si impegnano sin da subito ad attuare alcune importanti iniziative, tra cui la riduzione delle velocità massima di circolazione per i monopattini, riducendola da 25km/h a 20km/h, al fine di diminuire potenziali rischi e migliorarne il controllo durante la guida. Analogamente, sono già state avviate interlocuzioni con alcune amministrazioni mirate a identificare soluzioni tecnologiche che, combinate con una maggiore infrastruttura di postazioni di parcheggio, siano in grado di garantire una gestione della sosta più ordinata". La sosta selvaggia dei monopattini in sharing, spesso abbandonati sui marciapiedi, sulle corsie dei bus o in mezzo alla strada, è infatti un altro tema “caldo” da affrontare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattini, si va verso il casco obbligatorio anche per gli adulti?

Today è in caricamento