rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Esempi

Morto Armando Cimolai, pioniere dell'industria italiana che non licenziò mai nessuno

Aveva 94 anni. Nella lunga storia dell'impresa, "non abbiamo mai licenziato nessuno o fatto ricorso a una sola ora di cassa integrazione", amava ricordare spesso nelle interviste

E' morto ieri a Pordenone Armando Cimolai, imprenditore e fondatore dell'omonimo gruppo specializzato nella progettazione, costruzione, fornitura e posa in opera di strutture complesse in acciaio e strutture metalliche. Aveva 94 anni. Armando Cimolai fondò l'azienda nel 1949 a Pordenone, insieme alla moglie Albina, come laboratorio per la produzione di cancelli e infissi metallici. Dal 1993 alla guida dell'azienda siede il figlio Luigi.

Nella lunga storia dell'impresa, "non abbiamo mai licenziato nessuno o fatto ricorso a una sola ora di cassa integrazione", amava ricordare spesso nelle interviste Armando Cimolai. Già dagli anni settanta e settanta estese la propria attività realizzando nuovi stabilimenti per note aziende industriali. La crescita di Cimolai, ricorda PordenoneToday, fu davvero imponente a tal punto da costruire delle vere e proprie cattedrali moderne in giro per il mondo. Con l’inizio degli anni duemila l’impresa costruì l'Olympiakó Stádio Spyros Louis di Atene per le Olimpiadi del 2006. E non fu l’unico grande progetto aziendale, considerando ciò che realizzò negli Stati Uniti a New York, dal Vessel (una struttura destinata a diventare una grande attrazione), il Perelman Arts Center all’Oculus, la stazione del World Trade Center progettata da Calatrava. Una collaborazione che continuò con il ponte di Reggio Emilia. Cimolai è anche impegnata con il secondo lotto della Linea 17 della metropolitana di Parigi, mentre proprio qualche giorno fa era arrivata la notizia della costruzione del nuovo Ponte Anne de Bretagne sul fiume Loira a Nantes.

"Con Armando Cimolai scompare un autentico pioniere dell'industria nazionale. Partito dalla ricchezza del suo lavoro, dalla passione per progredire e dall'ingegno ha raggiunto i massimi traguardi, portando la sua impresa tra le poche a poter affermare a livello mondiale primati tecnologicamente significativi nel campo delle grandi costruzioni. È a esempi come il suo e alla continuità di conduzione dell'azienda assicurata dalla sua famiglia cui vanno le condoglianze, che dobbiamo rifarci se vogliamo ripartire su solide basi". Così la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani commenta la scomparsa di Armando Cimolai, fondatore dell'omonimo gruppo.

Armando cimolai-2-2

Tutte le notizie di oggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto Armando Cimolai, pioniere dell'industria italiana che non licenziò mai nessuno

Today è in caricamento