rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Le manifestazioni

No Green pass in piazza: traffico in tilt a Milano, tensione a Trieste

Giornata di proteste in diverse città italiane: scontri con le forze dell'ordine e disagi alla viabilità: cosa è successo

Sabato di tensione tra Milano, Trieste, dove sono andate in scena le peroteste dei no Green pass. A Milano i manifestanti, come annunciato hanno deviato dal percorso prestabilito dalla Questura, mandando in crisi il traffico cittadino. Scontri anche a Trieste, dove alcuni manifestanti hanno cercato di raggiungere piazza dell'Unità, trovando l'opposizione delle forze dell'ordine. Manifestazioni e cortei di protesta hanno avuto luogo anche in altre città, come Torino, Napoli e Firenze.

Milano, il corteo cambia percorso: traffico in tilt

Circa tremila no green pass in piazza a Milano per il nuovo corteo, si tratta della 16esima manifestazione di fila di sabato. Presente anche l'ex brigatista Paolo Maurizio Ferrari, già denunciato due settimane fa per manifestazione non autorizzata. Dopo una prima parte di percorso 'ufficiale' i manifestanti hanno deviato rispetto all'itinerario stabilito invadendo via Beatrice d'Este creando disagi al traffico.

Ieri "l'impossibilità di giungere ad un percorso condiviso" aveva indotto il questore a emettere un "provvedimento di prescrizione", imponendo che, dopo il concentramento in piazza Fontana, l'iniziativa terminasse alle 21 in piazza Oberdan. Il percorso prevedeva dopo corso di Porta Romana, viale Caldara, viale Regina Margherita, piazza V Giornate, viale Bianca Maria, corso XXII Marzo, viale Piceno, via dei Mille, viale Abruzzi, piazzale Loreto, corso Buenos Aires fino in piazza Oberdan.

'No green pass', 'La gente come noi non molla mai', 'Giu le mani dai bambini' i cori accompagnati da fischietti e trombe, tra cartelli a favore della libertà di non vaccinarsi. Tra i manifestanti anche un gruppo di lavoratori della logistica con i gilet gialli - con lo striscione 'ora è sempre resistenza' - in omaggio alle proteste che si sono viste in Francia.

A piazza Fontana, punto di partenza, si è registrata "un'aggressione verbale nei confronti di un operatore dei media. I due responsabili, facenti parte del gruppo di manifestanti, hanno altresì tentato di impedire le riprese. Sono stati prontamente bloccati e identificati da personale della Polizia di Stato che li ha accompagnati in questura", ha reso noto la Questura.

Scontri a Trieste

Attimi di tensione anche a Trieste, dove gruppo di circa 200 manifestanti intorno alle 18 ha tentato di raggiungere piazza Unità d'Italia da piazza della Borsa, spingendo le transenne in avanti nel tentativo di far arretrare lo schieramento delle forze dell'ordine. Queste, però, hanno reagito respingendo i manifestanti e agitando anche i manganelli.

Ottomila persone, secondo la questura, si sono concentrate in piazza Libertà a Trieste per la manifestazione di protesta contro l'obbligatorietà del Green pass, organizzata dal Coordinamento NoGreenpass cittadino. Per la città si tratta di un numero molto alto, il secondo degli ultimi dieci anni dopo una delle ultime manifestazioni dei No Green pass e No vax, quando hanno sfilato in centro circa 15mila persone. Si tratta oggi del settimo corteo a Trieste contro il Green pass. Il corteo, anticipato da polemiche e sfide con le autorità di polizia, è caratterizzato da poche persone che indossano la mascherina, rarissimi distanziamenti sociale e pochi steward del servizio d'ordine. Il corteo è aperto da un furgone sul quale è montato un altoparlante dal quale è stato più volte raccomandato ai partecipanti di indossare la mascherina e che illustra le ragioni della protesta.

Proteste anche a Napoli e Firenze

Circa 300 persone si sono ritrovate oggi pomeriggio in piazza Santa Maria Novella a Firenze per un'assemblea pubblica promossa dal coordinamento 'Firenze No Green pass'. Scandendo lo slogan "Libertà, libertà", i manifestanti hanno dato vita a un corteo per le vie del centro per poi tornare in piazza per la conclusione. Durante l'assemblea hanno preso la parola i lavoratori contrari all'obbligo del Green pass, chiedendone l'abolizione.

Circa cento persone sono scese in piazza a Napoli, come ormai fanno di sabato già da qualche settimana, per dire no all'obbligo del Green pass. La manifestazione si sarebbe dovuta tenere, come al solito, in piazza Dante ma i manifestanti a causa delle avverse condizioni meteo si sono spostati nella galleria Principe di Napoli. Esposti striscioni con la scritta "No al green pass". Diverse le persone che hanno preso la parola per illustrare le ragioni di un obbligo che, a loro dire, finisce per limitare la libertà personale. Ma dal Coordinamento napoletano questa settimana è partito anche un appello ai vari movimenti ad essere più uniti perché, è stato detto, "solo insieme vinceremo una battaglia che sarà sempre più dura e difficile". I manifestanti si sono interrogati su quali possano essere le soluzioni alternative "per uscire da questa situazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Green pass in piazza: traffico in tilt a Milano, tensione a Trieste

Today è in caricamento