rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
il riconoscimento

Il Nobel dell'economia 2022 a Bernanke, Diamond e Dybvig

Il prestigioso riconoscimento va ai tre economisti per le loro ricerche sulle banche e le crisi finanziarie

Il Premio Nobel per l'Economia 2022 è stato assegnato oggi 10 ottobre all’ex presidente della Federal Reserve statunitense Ben S. Bernanke e agli economisti Douglas W. Diamond e Philip H. Dybvig "per le loro ricerche sulle banche e le crisi finanziarie".

Le motivazioni del premio

L'Accademia reale delle scienze in Svezia nell'assegnare il prestigioso riconoscimento ha spiegato che "le loro scoperte hanno migliorato il modo in cui la società affronta le crisi finanziarie". Secondo la commissione dei Nobel, i tre economisti premiati hanno consentito di migliorare in modo significativo le conoscenze sul ruolo delle banche nei cicli economici, e in particolare durante le crisi finanziarie.

Il riconoscimento per il 2022 è stato infatti assegnato a tre economisti statunitensi fra cui Ben Bernanke, che dai vertici della banca centrale Usa dovette affrontare la grande crisi finanziaria del 2007-2008. Assieme a lui, l'Accademia reale delle Scienze di Stoccolma ha scelto di riconoscere il contributo di Douglas Diamond e Philip Dybvig.

I premiati di quest'anno in Scienze Economiche, si legge, "hanno migliorato in modo significativo la nostra comprensione del ruolo delle banche nell'economia, in particolare durante le crisi finanziarie. Un importante risultato della loro ricerca è il motivo per cui è fondamentale evitare i crolli bancari" dal momento che questi "esacerbano le crisi finanziarie". Le basi di questa ricerca furono gettate da Ben Bernanke, Douglas Diamond e Philip Dybvig nei primi anni '80. "Le loro analisi sono state di grande importanza pratica nella regolamentazione dei mercati finanziari e nella gestione delle crisi finanziarie" continua la motivazione.

Chi è l'ex banchiere della Fed

Ben Bernanke, primo ex banchiere centrale che viene premiato con il prestigioso riconoscimento, è stato presidente della Federal Reserve tra il 2006 e il 2014, un periodo segnato dalla crisi finanziaria del 2008-2009 e dal crollo di Lehman Brothers. Il più grande fallimento di una banca nella storia degli Stati Uniti ha innescato una crisi finanziaria globale e ha evidenziato il rischio rappresentato dai colossi bancari "troppo grandi per fallire". L'ex banchiere centrale ha analizzato la Grande Depressione degli anni Trenta, la peggiore crisi economica della storia moderna, ha dichiarato la giuria del Nobel. In particolare, ha mostrato come i prelievi massicci - "corse agli sportelli" - "siano stati un fattore decisivo nel prolungare e approfondire le crisi". Tuttavia, la giuria non ha fatto alcun riferimento diretto all'attività di Ben Bernanke come capo della Fed nelle motivazioni.

CITYNEWSANSAFOTO_20221010140927773_994ffe3308ba2e015f44fa4bfd2c1816-2

I premi Nobel prevedono un premio in denaro di 10 milioni di corone svedesi (quasi 900.000 dollari) e saranno consegnati il 10 dicembre. Unico premio non previsto dal testamento di Alfred Nobel, il premio per l'Economia è stato istituito dalla Banca centrale svedese "in memoria" dell'inventore, ed è stato aggiunto nel 1969 ai cinque premi tradizionali (medicina, fisica, chimica, letteratura e pace), guadagnandosi il soprannome di "falso Nobel" da parte dei suoi detrattori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Nobel dell'economia 2022 a Bernanke, Diamond e Dybvig

Today è in caricamento