Lunedì, 25 Ottobre 2021
Aiuti in famiglia

Nonni a tempo pieno: un "lavoro" da 3.200 euro al mese

Pilastri spesso insostituibili all'interno dell'organizzazione familiare, nonni e nonne si prestano a fare un po' di tutto: autisti privati, animatori, chef a domicilio, "supplenti" e persino psicologi. Calcolando il loro impegno, lo stipendio potrebbe avvicinarsi a quello di un dirigente

Molti nonni lo sanno: stare dietro ai nipoti è un vero lavoro a tempo pieno. Un lavoro fatto con il cuore e ricompensato con amore e sorrisi, ma che se dovesse essere realmente retribuito potrebbe rivelarsi un impiego più che redditizio, dal momento che calcolando quell'impegno multitasking su una base mensile lo stipendio di un nonno o una nonna "professionista" arriverebbe ad assomigliare a quello di un dirigente.

Nonni, professionisti "insostituibili" per aiutare le famiglie

Una cifra virtuale, ovviamente, che però può essere usata per quantificare l'importanza di questo welfare familiare non sempre riconosciuto come pure considerare il peso dell'assenza dei servizi a sostegni delle famiglie con figli piccoli.

Secondo una ricerca recente di Senior Italia FederAnziani, sono 12 milioni i nonni italiani che oltre a fare da baby sitter ai propri nipoti sostengono economicamente le famiglie dei propri figli, dalle spese per il mutuo o l'affitto di casa a quelle per le attività dei più piccoli, come l'acquisto di vestigi, giochi e materiale scolastico. Appena il 7,2% dei nonni non ha mai aiuto figli e nipoti, mentre tra coloro che lo hanno fatto il 41,8% ha trasferito mensilmente una cifra compresa tra i 100 e i 500 euro, l'8,2% una cifra compresa tra i 500 e i 1.000 euro, e il 7,3% addirittura ha contribuito mensilmente con oltre 1000 euro. Il 35,%% dei nonni dedica ai nipoti fino a 10 ore a settimana, 24,4% tra le 10 e le 20 ore, il 7,4% tra le 20 e le 40 e il 7,4% per oltre 40 ore. Il portale ProntoPro ha provato a fare loro i conti in tasca: considerati i nonni ormai come autisti privati, animatori e chef a domicilio, una loro busta paga virtuale si aggirerebbe intorno ai 3.200 euro.

Quanto guadagnerebbero i nonni facendo i nonni

I calcoli sono stati fatti prendendo in considerazione le attività svolte e le relative paghe orarie riconosciute a chi esercita quegli stessi mestieri da professionista. Da animatori, i nonni guadagnerebbero una media di 50 euro per un'ora di lavoro. Da cuochi e chef a domicilio, invece, la tariffa potrebbe arrivare a 55 euro l'ora mentre da addetti alle pulizie domestiche guadagnerebbero fino a 15 euro l'ora.

Un nonno o una nonna tuttofare, poi, in grado di aggiustare un rubinetto o risolvere altri problemi tecnici, potrebbe costare circa 30-35 euro per mezz'ora di intervento, mentre in versione autista privato per accompagnare i nipoti a scuola, in palestra, dal pediatra o dagli amici, potrebbe chiedere circa 20 euro l'ora ipotizzando che investano in questo ruolo in media sei ore alla settimana. Stesso compenso anche per il nonno o la nonna che vestono i panni del tutor scolastico, con 20 euro all'ora per aiutare i nipoti tra compiti e ripetizioni. Un altro servizio impagabile sulla carta ma quantificabile in potenza è quello poi dell'aiuto psicologico, per risolvere piccoli e grandi problemi che i nipoti possono avere: in questo caso una "seduta" potrebbe costare fino a 55 euro all'ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonni a tempo pieno: un "lavoro" da 3.200 euro al mese

Today è in caricamento