rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Variante Omicron

La cena con un positivo che ha contagiato 150 persone

Quasi tutti i partecipanti alla festa aziendale erano vaccinati con due dosi e avevano fatto un auto-test

Festa da sballo in un ristorante di Oslo per alcuni dipendenti di un'azienda, ma con sorpresa finale: tra gli invitati c'era anche la variante Omicron che in un solo colpo ha infettato oltre 150 persone. Nel tardo pomeriggio del 26 novembre scorso, circa 117 persone tra i 30 e i 50 anni sono arrivate a bordo di bus privati in un locale di Oslo per una cena aziendale di Natale. Hanno mangiato, ballato e brindato fino alle dieci e mezzo di sera per poi fare ritorno a casa soddisfatti della splendida serata trascorsa in compagnia. Nessun timore per il Covid visto che i vaccinati con due dosi erano 107 e che, nonostante in Norvegia le regole non lo richiedessero, tutti i partecipanti avevano effettuato un auto-test, ossia un tampone rapido per verificare il contagio Covid. 

Peccato però che nessuno aveva fatto la terza dose di vaccino e che alla festa aziendale era presente anche una persona tornata da due giorni dal Sudafrica, dove la variante Omicron si stava diffondendo rapidamente. A detta dell'uomo il suo tampone era negativo (nessun controllo effettivo, serviva solo un'autodichiarazione) e così si è recato alla festa, infettando involontariamente 81 tra gli invitati alla cena aziendale, vale a dire tre persone su quattro (74%).

Infettati anche alcuni clienti che si sono recati al ristorante dopo la festa, ossia tra le 10.30 e le 3 di notte. Si parla di almeno altre 70 persone per un totale che supera i 150 contagi, a conferma dell'alto livello di contagiosità della variante Omicron.

L'uomo tornato dal Sudafrica ha iniziato a sentirsi male due giorni dopo la festa mentre gli altri invitati tre giorni dopo. Fortunatamente nessuno ha sviluppato una forma di malattia grave, solo mal di testa, raffreddore e febbre. Ci sono anche degli asintomatici, mentre alcuni non hanno ancora ricevuto l'esito del tampone. Il bilancio, dunque potrebbe salire ancora, considerando poi che in Norvegia i ristoranti non sono tenuti a registrare i nomi dei presenti per il tracciamento.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cena con un positivo che ha contagiato 150 persone

Today è in caricamento