rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
L'iniziativa

Latte, scontrini ed etichette col numero 1522 per aiutare le donne vittime di violenza

Al via la campagna di informazione e sensibilizzazione di Coop con Differenza Donna, che gestisce il numero nazionale antiviolenza. I prodotti che milioni di persone comprano ogni giorno diventano una mano testa per chi vive l'incubo della sopraffazione

Un gesto semplice come entrare in un supermercato e camminare tra i corridoi mettendo nel carrello i prodotti di tutti i giorni può diventare un primo passo per ragionare su un fenomeno tanto ampio quanto subdolo e difficile da sradicare: quello della violenza sulle donne. Acquistare i prodotti che usiamo quotidianamente è da oggi un modo in più per conoscere il 1522, il numero nazionale antiviolenza e stalking del dipartimento Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri. Questo grazie a Coop, che per dire "No" alla violenza sulle donne ha deciso di agire concretamente: già oggi chi fa la spesa può trovare sugli scaffali confezioni di latte a marchio Coop con bene in evidenza il 1522. Si inizia dal latte con due milioni di confezioni (il quantitativo necessario per coprire un mese di vendita) in "edizione speciale" rosa, ma le informazioni sul 1522 saranno su altri prodotti di largo consumo per arrivare a coprire a fine 2023 le etichette di circa 1000 prodotti a marchio Coop.Coop e Differenza Donna. No alla violenza contro le donne_4L'iniziativa rientra tra i progetti contro la violenza sulle donne ed è stata presentata oggi a Roma, in vista del 25 novembre Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, presso la sala della stampa estera. La campagna di informazione e sensibilizzazione è realizzata da Coop con l’associazione Differenza Donna che gestisce il numero 1522 per conto del dipartimento Pari opportunità. 

In tre mesi 12.270 chiamate al numero antiviolenza e stalking 1522

A presentare l’iniziativa Maura Latini, amministratrice delegata Coop Italia, Elisa Ercoli, presidente di Differenza Donna Aps, Maria Spiotta, responsabile per Differenza Donna Aps del numero 1522. Presente anche Monica Lucarelli, assessore alle Politiche della Sicurezza, Pari opportunità e Attività produttive di Roma Capitale. "La collaborazione con Coop, come quelle già intraprese dall’amministrazione sul tema della violenza di genere - sottolinea Lucarelli - è fondamentale nel contrasto e nella prevenzione. Informare le donne sull’esistenza e dare le giuste informazioni sul servizio svolto dal 1522 è alla base della lotta a ogni forma di violenza. Si tratta di un fenomeno che riguarda tutti e dobbiamo raggiungere quante più persone è possibile. La violenza non conosce differenze di età o ceto sociale. Dobbiamo fare capire a tutti cosa è la violenza, come si presenta, e come si può combatterla".

Presentazione iniziativa Coop 1522

Coop in aiuto delle donne vittime di violenza

Le informazioni sul 1522 non saranno solo sulle confezioni di latte e altri prodotti a marchio Coop. Il numero 1522 sarà impresso sugli scontrini, stampato su immagini nel carrelli, su cartelloni disposti nei punti vendita. Ci sarà anche una borsa in tela a tema, firmata dall’illustratrice Diana Eljata. Il ricavato della vendita sarà in parte devoluto a Differenza Donna.

“Il supermercato è un luogo di incontro. La grande distribuzione entra in contatto quotidianamente con milioni di famiglie di italiani – spiega Maura Latini, amministratrice delegata Coop Italia – e la presenza capillare dei nostri punti vendita fa sì che possiamo mettere sotto gli occhi di un numero elevatissimo di donne quel 1522 che potrebbero chiamare in caso di necessità. Possiamo aiutare a compiere un passo in avanti in termini di consapevolezza. Diamo un'informazione: c'è un numero e chiamandolo si uò avere aiuto. Usiamo i nostri prodotti a marchio come veicolo di informazione, per tutti. Raggiungiamo le donne, ma anche gli uomini, i ragazzi. Anche i bambini. Magari non sanno del 1522 ma lo leggono e chiedono. Anche la semplice domanda innesca la riflessione".

Le informazioni sul 1522 saranno apposte vicino alla tabella con i valori nutrizionali e si inizia dai prodotti di largo consumo, quelli della colazione. "Non è una scelta casuale - sottolinea Latini - Tutte le ricerche in nostro possesso ci dicono che sono le donne le più attente a esaminare le etichette. Allo stesso tempo, con il latte, i cartelli, gli adesivi, vogliamo sensibilizzare tutti coloro che vengono a fare la spesa, affinché tutti si possa riflettere sul fatto che in una società civile e democratica come si professa la nostra, le cifre raggiunte dalla violenza sulle donne ogni anno sono intollerabili. E non dovrebbero ripetersi più". 

La solidarietà avrà ricadute sui territori, dove i proventi raccolti dalle singole cooperative di consumatori sulla vendita del latte e di altri prodotti andranno ad associazioni ed enti locali che si occupano di accogliere e sostenere le donne vittime di violenza, denunciare e contrastare il fenomeno del femminicidio e promuovere una cultura di riconoscimento e rispetto dei diritti umani. Associazioni con cui le cooperative di consumatori hanno rapporti consolidati.

Coop e Differenza Donna. La bag per l'iniziativa

Il numero antiviolenza 1522 

Cosa è il 1522? Si tratta del numero accessibile gratuita­mente tramite canale telefonico e tramite chat (da sito o da applicazione) dall’intero terri­torio nazionale. Operatrici specializzate rispondono 24 ore su 24, tutti i giorni dell’an­no. Nel primo trimestre dell’anno sono state 12.270 le chiamate arrivate al 1522. Tra queste quasi 3000 le persone che hanno richiesto aiuto per se stesse e che hanno subito varie forme di violenza.

Il dato, pur essendo trimestrale, risulta essere in linea con i numeri del 2020 e del 2021 condizionati anche da un effetto pandemico che ha provocato un ulteriore aumento delle richieste di informazione e di aiuto. La crescita di contatti si è verificata anche attraverso il canale chat con un incremento del 71% (dato 2021 su 2020); la chat risulta infatti essere una modalità più semplice e immediata che si è affiancata al numero telefonico.

"Pensare che un’eccellenza della grande distribuzione, con la sua rete di 6 milioni e 700 mila soci e socie, si impegni a diffondere il 1522 è una notizia per noi importante – sottolinea Elisa Ercoli, presidente di Differenza Donna - Il numero nazionale antiviolenza e stalking 1522 è uno strumento prezioso. Farlo conoscere significa raggiungere un numero più ampio di donne. Chi subisce violenza ha bisogno di avere qualcuno a cui raccontare cosa accade e ha bisogno di sapere che c'è un'alternativa. Il 1522 offre proprio questo: ascolto, comprensione, indicazioni. L'iniziativa di Coop è importante perché si esce dalla vittimizzazione delle donne, si aiuta a conoscere il 1522 che è il primo strumento per prendere consapevolezza della violenza e intraprendere un camino che porta la donna a uscirne".

Coop e Differenza Donna. No alla violenza contro le donne_7

"Il 1522 - chiarisce Maria Spiotta, responsabile per Differenza Donna del numero 1522 - è uno strumento strategico. Serve per favorire un processo indispensabile per sconfiggere la violenza: la consapevolezza. Le donne che chiamano sono spesso disorientate, hanno paura, temono anche di non essere credute. Il 1522 è il primo aiuto. Vengono ascoltate e indirizzate ai centri antiviolenza sul territorio. Garantiamo, è bene sottolinearlo, l'anonimato. Questo permette alle donne di avere il tempo per maturare una decisione consapevole per poi liberarsi dalla violenza. L'autodeterminazione è un fattore determinante. Possono chiamare anche gli uomini che vogliono informazioni, che magari desiderano aiutare donne vittime di violenza".

Ancora oggi quello della violenza sulle donne resta un fenomeno taciuto. "Per lungo tempo - sottolinea Ercoli - la violenza maschile è rimasta tabù. Non abbiamo maturato adeguata consapevolezza. Negli ultimi 30 anni, grazie al coraggio delle donne che si sono ribellate e hanno raccontato cosa accadeva,  siamo arrivati a grandissimi risultati ma siamo consapevoli anche grazie alle indagini Istat che stereotipi e pregiudizi patriarcali banalizzano la violenza sulle donne, si sposta la responsabilità sulle vittime. La società non è ancora del tutto solidale con le vittime. La violenza maschile fa più vittime della criminalità. Imparare a vedere quello che avviene nelle famiglie è frutto del coraggio delle donne sopravvissute. Tanto abbiamo da fare e l'iniziativa Coop per fare conoscere il 1522 è un grande aiuto".

Tutte le noizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latte, scontrini ed etichette col numero 1522 per aiutare le donne vittime di violenza

Today è in caricamento