Sabato, 8 Maggio 2021
Le ordinanze del ministero della salute

I nuovi colori delle regioni da lunedì 19 aprile

Passa in area arancione la regione Campania. Sardegna, Puglia e Valle d’Aosta restano in zona rossa. La Toscana rimane in zona arancione anche la prossima settimana, e tornano arancioni anche le province di Firenze e Prato. Il Trentino anticipa la road map. Le ordinanze firmate da Speranza saranno in vigore dall'inizio della prossima settimana

Nessuna sorpresa. Sardegna, Puglia e Valle d’Aosta restano in rosso. Solo la Campania "respira". Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in serata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 19 aprile. Passa in area arancione solo la regione Campania: lo rende noto il Ministero della Salute. Dal 26 aprile torneranno invece le zone gialle. Il premier Mario Draghi e il ministro della salute hanno delineato nel pomeriggio un primo piano che porterà gradualmente l’Italia ad allentare le misure di contenimento del contagio. Ma l'attualità parla ancora di un'Italia soltanto rossa e arancione. Secondo il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute, l’Rt nazionale è sceso a 0,85, dallo 0,92 di giorni fa. L’incidenza è di 182 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Il tasso di occupazione delle terapie intensive è del 39%, ancora sopra la soglia d’allarme del 30% ma in lieve diminuzione.

Campania in zona arancione da lunedì 19 aprile: è l'unica novità

Il ritorno in arancione non smorza però le polemiche in Campania. "La Regione Campania ha ricevuto un numero di vaccini pari al 25 per cento della popolazione. Siamo l'ultima regione in Italia per la fornitura: è una vergogna'', sbotta il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. "Ed è scandaloso che nessuno ponga fine a questa vergogna", ha aggiunto sferrando un duro attacco alle forze politiche. Parole che hanno acceso la miccia della polemica. Infatti a stretto giro le parole di De Luca sono state commentate dall'ex presidente della Regione Stefano Caldoro: "La Campania è ultima anche e soprattutto per gli errori della Regione. Lo scaricabarile di De Luca è indegno. Il Governo intervenga e faccia chiarezza".

La Toscana rimane in zona arancione anche la prossima settimana. Lo rende noto la Regione spiegando che tornano in arancione, dalle 14 di domani, anche le province di Firenze e Prato, che erano rimaste rosse dalla settimana scorsa. Non c’è un netto trend di discesa dei contagi che comunque sono diminuiti rispetto alla settimana precedente. Anche la pressione degli ospedali, nell’area più colpita dal virus, rallenta faticosamente.

Il Trentino anticipa: bar e ristoranti aperti fino alle 18 all'aperto

Il Trentino anticipa la road map per la ripartenza: bar e ristoranti da lunedì 19 aprile potranno offrire i propri servizi di ristorazione, negli spazi all'aperto, ma solo fino alle ore 18.00. Lo hanno annunciato, nel pomeriggio, il presidente della provincia, Maurizio Fugatti e l'assessore al commercio e turismo, Roberto Failoni. "E' un segnale di speranza per il futuro - hanno detto entrambi - nei confronti di una categoria fra le più colpite dagli effetti economici causati dalla pandemia". L'apertura del servizio negli spazi esterni non cambia le regole attualmente in vigore per la ristorazione, ma si va ad aggiungere a quelle attuali. Restano dunque consentiti i servizi di ristorazione attualmente in essere, anche interni ai locali, come quelli sostitutivi di mensa.

Il presidente ha poi spiegato che la decisione presa oggi, poi formalizzata con un'apposita delibera, trova sostegno giuridico nella legge provinciale 3 del 2020, mai impugnata dal governo nazionale, che prevedeva, in caso la situazione epidemiologica lo consentisse, di poter riaprire determinate attività. "I dati di oggi - ha chiarito il presidente - ci dicono che abbiamo un Rt, in continuo calo, pari a 0,69 ed un'incidenza che si attesta a 120 casi ogni 100 mila abitanti".

"Sono dati da zona gialla - ha ricordato Fugatti - ma sappiamo che per effetto di quanto stabilito a livello nazionale restiamo in zona arancione, almeno per la prossima settimana. Tuttavia, dopo aver sentito il parere scientifico della nostra Azienda provinciale per i servizi sanitari, che ci ha dato il proprio via libera, abbiamo preso in autonomia questa decisione, anticipando quindi l'uscita ufficiale dalla zona arancione per alcune delle attività che stanno soffrendo particolarmente".

I colori delle regioni in zona rossa e zona arancione dal 19 aprile 2021

I colori attuali delle regioni (fino a lunedì) sono i seguenti:

Zona Bianca Nessuna regione
Zona Gialla Nessuna regione
Zona Arancione Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto e Province autonome di Bolzano e Trento
Zona Rossa Campania, Puglia, Sardegna e Valle d’Aosta

I colori dal 19 aprile saranno invece questi:

Zona Bianca Nessuna regione
Zona Gialla Nessuna regione
Zona Arancione Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto e Province autonome di Bolzano e Trento
Zona Rossa Puglia, Sardegna e Valle d’Aosta

Cosa riapre in Italia dal 26 aprile e le regioni che vedono la zona gialla 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I nuovi colori delle regioni da lunedì 19 aprile

Today è in caricamento