rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, verso il nuovo Dpcm: no a coprifuoco e chiusure anticipate

Palazzo Chigi esclude la possibilità di introdurre, nel prossimo provvedimento, la chiusura anticipata di bar, locali e ristoranti. Gualtieri: ''Non ci saranno nuovi lockdown''

Il Governo sta valutando le nuove misure da inserire nel prossimo Dpcm che dovrebbe arrivare nel corso di questa settimana, con diverse novità con cui il Governo cercherà di arginare l'aumento dei contagi da coronavirus registrato nel nostro Paese nelle ultime settimane. Per stasera è in programma un Consiglio dei ministri, ma da Palazzo Chigi arriva una smentita su una delle regole ipotizzate nei giorni scorsi, che maggiormente aveva preoccupato alcune categorie: la chiusura di alcune attività, come bar e ristoranti, alle ore 23. 

Nuovo Dpcm: no alle chiusure anticipate

Al contrario di quanto era emerso negli ultimi giorni, l'esecutivo non sembra intenzionato ad istituire un coprifuoco a livello nazionale, con orari di chiusura anticipati per bar, ristoranti e locali. Il Dpcm a cui lavora il premier Giuseppe Conte non dovrebbe dunque introdurre orari ridotti.

Ieri sera della possibilità di anticipare le chiusure di bar e ristoranti si era ragionato nel corso della riunione a Palazzo Chigi tra Conte e i capidelegazione di maggioranza, ma nessuna decisione definitiva era stata presa. Nessuna novità sugli orari, viene ora assicurato, dovrebbe essere introdotto nel nuovo Dpcm, lasciando a locali, bar e ristoranti la possibilità di chiudere in base alle singole esigenze.

Il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e il ministro della Salute Roberto Speranza, incontreranno i presidenti di Regione, i rappresentanti dell'Anci e dell'Unione delle province per illustrare i contenuti del nuovo dpcm e del decreto per una stretta alle nome anti contagio da Coronavirus, di cui domani Speranza riferirà alle Camere. L'incontro dovrebbe precedere il Consiglio dei ministri convocato alle 21 su decreti sicurezza e Nadef, ma la convocazione non è stata ancora diramata. 

''Escludiamo altri lockdown''

Anche il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, intervistato da RaiNews24, ha smentito l'ipotesi di nuove chiusure: "Escludiamo nuovi lockdown, ma per escluderli dobbiamo evitare i contagi. Proprio perché l'obiettivo è non dover tornare a nuovi lockdown, dobbiamo mettere un surplus di attenzione e rigore nel contenimento del virus". Restano in piedi invece le altre possibili misure, dall'obbligo di indossare le mascherine anche all'aperto, fino alle feste private con un numero ridotto di partecipanti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, verso il nuovo Dpcm: no a coprifuoco e chiusure anticipate

Today è in caricamento