Sabato, 27 Febbraio 2021
Gli ostacoli per raggiungere i propri cari

Nuovo Dpcm e congiunti fuori regione: le Faq sugli spostamenti per coppie, fidanzati, genitori e figli

Messa in archivio la telenovela "seconde case", ci sono alcune criticità relative alle restrizioni alla mobilità sul territorio in zona rossa, arancione e gialla. Cosa possono (e non possono) fare partner e familiari per ricongiungersi?

Se la telenovela "seconde case" pare finalmente giunta a (degna?) conclusione, sono ancora numerose le criticità relative al nuovo Dpcm, l'ultimo, quello che a metà gennaio ha stabilito almeno un altro mese di restrizioni alla mobilità sul territorio nazionale e agli spostamenti tra regioni in zona rossa, arancione e gialla. Si possono raggiungere le persone care (il fidanzato, la fidanzata, il partner, i genitori, i figli) in altri Comuni o Regioni? Se sì, dove i congiunti fuori regione possono incontrarsi?

Spostamenti congiunti fuori regione: Faq su fidanzati, coppie e genitori

Come vi abbiamo già raccontato sta facendo furore da settimane sui social network l'hashtag #congiuntifuoriregione. Tanti gli appelli e le testimonianze: "Coppie divise da mesi, affetti stabili divisi da un confine che non esiste. Quanto ancora durerà questa tortura?". Va detta una cosa: ci sono varie possibilità per raggiungere il proprio partner se si vive in città diverse (e regioni diverse). Infatti più che sui confini regionali - per questo specifico punto delle Faq del governo - il focus si sposta sul luogo fisico, le mura tra cui avviene il ricongiungimento. 

Se avviene presso la residenza, il domicilio o l’abitazione di uno dei due componenti della coppia, ci si può ritrovare: per le coppie che vivono in città diverse funziona così. Le Faq dell'esecutivo, aggiornate il 20 gennaio, delineano con una qual certa precisione le modalità per le visite e gli incontri con familiari e amici. In caso di controllo durante gli spostamenti, si dovrà specificare il dettaglio, in modo che eventualmente le forze dell'ordine possano procedere a fare tutte le verifiche del caso.  Se una persona lavora in una Regione, è residente in un’altra e allo stesso tempo il partner lavora in una terza Regione italiana, ci si può ritrovare nella città di residenza del primo? La risposta a tale quesito è sì, ma a patto che abbia la residenza o il domicilio nel Comune di destinazione o che in quel Comune ci sia l’abitazione solitamente utilizzata dalla coppia composta da congiunti fuori regione.

Seconde case in zona rossa, arancione, gialla: si può "andare e tornare"?

Le Faq chiariscono anche che se una famiglia si è trasferita in una seconda casa fuori regione entro il 20 dicembre e uno dei componenti deve tornare al lavoro momentaneamente nella regione di residenza, in seguito può poi sempre tornare dai propri cari nella seconda casa di vacanza in qualsiasi zona. Le seconde case infatti non sono escluse da quelle in cui è sempre consentito il rientro. Per le famiglie composte da genitori separati, in tutte le zone (rosse, arancioni, gialle) sono sempre ammessi gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé. Sempre (tranne che nelle ore di coprifuoco).

Sembra scontato, ma forse non lo è per tutti: se per prendere aerei o treni si devono varcare i confini regionali per arrivare agli scali di partenza, lo spostamento è consentito, sussiste la necessità. Lo stesso per rientrare a casa. Basterà indicarlo nell'autocertificazione. Inoltre va ricordato che se i genitori lavorano e sono quindi impossibilitati a badare ai figli, si possono portare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi, per proteggere le categorie più fragili.

Fino al 15 febbraio non si possono andare a trovare i genitori che vivono fuori regione (se, ve lo auguriamo, i vostri cari sono tutti in buona salute). Sì invece agli spostamenti fuori Comune o Regione per i funerali dei parenti stretti. 

La delusione dei congiunti fuori regione senza abitazione

In ogni caso le coppie lontane, solite ritrovarsi non presso un'abitazione ma in strutture alberghiere o ricettive di qualsiasi tipo, soffrono. I congiunti fuori regione protestano. Si sentono dimenticate e i loro appelli sui social sono molto partecipati e a volte commoventi. c'è realmente una moltitudine di coppie e famiglie che vivono in regioni distinte, che raccontano di essere "brutalmente separate" da troppo tempo. Chiedono maggiore attenzione, e non è detto che nel prossimo Dpcm ci possano essere novità su questo punto. Va però sottolineato che nel caso ci sia l'abitazione di uno dei due a disposizione, esistono ora come ora, possibilità per raggiungere il proprio partner nelle prossime settimane, se si vive in città diverse (e regioni diverse).

Vero è che non sembra esserci considerazione degli affetti stabili, se privi del requisito della convivenza seppur temporanea. Senza abitazione di riferimento persiste l'impossibilità di spostarsi occasionalmente anche solo in giornata per i congiunti fuori regione.

Che cosa chiedono i congiunti fuori regione

In una petizione che sta girando da tempo i congiunti fuori regione chiedono semplicemente di essere presi in considerazione come categoria di congiunti con diritti uguali a quelli degli altri, e magari di poter eleggere, "sulla scorta del modello adottato in Belgio, uno “knuffelcontact” personale per superare questo orribile periodo emotivamente stressante". Gradirebbero anche un’autocertificazione "rivista",  includendo "la possibilità di ricongiungerci ai nostri partner, per evitare di incorrere in sanzioni". Non è dato sapere se la categoria dei congiunti fuori regione farà la sua comparsa nei prossimi Dpcm. Loro ci credono, e per garantire la massima trasparenza si impegnano - non certo da oggi - a fornire al momento di un eventuale controllo senza alcun problema tutte le seguenti informazioni:

  • il nominativo di una singola persona verso cui e da cui muoverci, su tutto il territorio nazionale;
  • il punto di partenza e il punto di arrivo del nostro viaggio;
  • la data prevista dello stesso;
  • i mezzi tramite i quali lo stesso avrà luogo;
  • tutte le informazioni utili a identificarci (numero di telefono etc.).

Non si sentono "turisti", né "congiunti di serie B". E alzano virtualmente la voce, sperando che il loro grido venga ascoltato. 

congiunti-2

Uno dei tanti appelli dei congiunti fuori regione

La differenza tra residenza, domicilio e abitazione

Cosa si intende con i termini “residenza”, “domicilio” e “abitazione”? Le Faq esplicitano tutto.

Residenza. La residenza è definita giuridicamente come il luogo in cui la persona ha la dimora abituale. La residenza risulta dai registri anagrafici ed è quindi conoscibile in modo preciso e verificabile in ogni momento.

Domicilio. Il domicilio è definito giuridicamente come il luogo in cui una persona ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi. Il domicilio può essere diverso dalla propria residenza.

Abitazione. Il concetto di abitazione non ha una precisa definizione tecnico-giuridica. Ai fini dell’applicazione dei provvedimenti anti-Covid, dunque, l’abitazione va individuata come il luogo dove si abita di fatto, con una certa continuità e stabilità (quindi per periodi continuativi, anche se limitati, durante l’anno) o con abituale periodicità e frequenza (per esempio in alcuni giorni della settimana per motivi di lavoro, di studio o per altre esigenze). Per fare un esempio, le persone che per motivi di lavoro vivono in un luogo diverso da quello del proprio coniuge o partner, ma che si ritrovano con lui/lei con regolare frequenza e periodicità nella stessa abitazione, possono spostarsi per raggiungere tale abitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Dpcm e congiunti fuori regione: le Faq sugli spostamenti per coppie, fidanzati, genitori e figli

Today è in caricamento