rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Le date

Obbligo vaccinale: corsie privilegiate per 2 milioni di italiani

Oltre due milioni di over 50 da vaccinare in 3-4 settimane: in arrivo open day e corsie preferenziali

Sono oltre due milioni (2.165.583) gli over 50 in Italia che non ancora ancora ricevuto alcuna vaccinazione. Il dato emerge dal report settimanale pubblicato dal Governo e aggiornato a questa mattina. In particolare nella fascia compresa tra i 50 e i 59 anni, i soggetti totalmente scoperti sono 993.463. Tra i 60 e i 69 anni sono 616.595, tra i 70 e i 79 sono 374.464 e nella fascia over 80 sono 181.061. 

Queste due milioni di persone a partire dal primo febbraio 2022 potranno vedersi recapitare una lettera dall'agenzia delle entrate con una sanzione di 100 euro una tantum. A tanto ammonta la "multa" prevista per chi non si metterà in regola con l'obbligo vaccinale. La sanzione sarà automatica e sarà irrogata dall'Agenzia delle entrate, attraverso l'incrocio dei dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali. L'obbligo di vaccino per gli over 50 sarà valido dal giorno successivo alla pubblicazione del decreto-legge nella Gazzetta Ufficiale, ed è attualmente previsto fino al 15 giugno 2022. Pertanto chi è nato prima del 15 giugno 1972 avrà tempo fino al 31 gennaio per ricevere almeno la prima dose di vaccino anti covid. 

Va ricordato che se l'obbligo scatterà formalmente dal giorno di pubblicazione del decreto in gazzetta ufficiale (probabilmente tra oggi e domani) si permetterà a chi non è in regola di prenotare la somministrazione. Pertanto le sanzioni scatteranno dal 1 febbraio 2022. Come già spiegato per gli over 50 guariti dal Covid il vaccino diventerà obbligatorio alla scadenza del Green Pass valido sei mesi dal tampone negativo che certifica la guarigione (qui i dettagli).

Chi sono i non vaccinati

Ma gli italiani non vaccinato sono molti di più: comprendendo l'intera platea vaccinabile sono oltre 5,3 milioni gli italiani over 12 che ad oggi non hanno copertura contro il Covid: uno zoccolo duro visto che nell'ultima settimana sono state appena 168.653 le prime somministrazioni. Il numero più alto di non vaccinati si trova nella fascia 40-49 anni (1.174.797) seguita da quella 50-59 anni (993.463). Tra i 12 e i 19 anni i soggetti scoperti sono 769.621.

A vedere questi numeri è evidente come la struttura del commissario coronavirus e le strutture sanitarie saranno sottoposte con ogni probabilità ad una forte pressione da parte di chi ora sarà costretto a vaccinarsi per voler prendere parte alla vita sociale, anche viste le nuove restrizioni che scatteranno da lunedì 10 gennaio e ancor più dal 15 febbraio 2022 quando sarà obbligatorio presenare il super green pass anche per entrare al lavoro (per oggi solo per gli over 50).

In vista della corsa al vaccino delle prossime tre-quattro settimane sono previsti open day dedicati alle prime vaccinazioni e corsie preferenziali negli hub. Dopo la pubblicazione del decreto il commissario Francesco Figliuolo emanerà una circolare indirizzata alle regioni con la quale predisporrà il nuovo piano vaccinale.

Sarà infatti necessario garantire che le libertà costituzionali non vengano ridotte quando l’obbligatorietà diventerà effettiva. Le 26 milioni di dosi ora in magazzino saranno quindi indirizzate in maniera preferenziale verso gli over 50. Senza dimenticare che l’obbligo vaccinale dovrebbe coprire anche il booster e tutti gli over 50, dopo 6 mesi dal richiamo (durata attuale del Green Pass), dovranno proseguire il ciclo vaccinale per non incorrere in sanzioni.

Per i lavoratori over 50 pubblici e privati la data in rosso sarà tuttavia quella del 15 febbraio quando dovranno esibire il Green Pass rafforzato al proprio datore di lavoro cui spetterà l’onere delle verifiche insieme alle forze dell’ordine. Per i trasgressori sono previste multe tra i 600 e i 1500 euro.

Resta il dubbio di come sarà possibile controllare il green pass al lavoro: per usare l’app Verifica C19 serve un filtro ulteriore, quello dell’età ma che dovrà passare al vaglio del Garante della Privacy.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo vaccinale: corsie privilegiate per 2 milioni di italiani

Today è in caricamento