rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
La nuova variante

Omicron, Brusaferro: "Reinfezioni anche in persone che avevano contratto il virus"

Il presidente dell'Iss: "Il numero dei non vaccinati è ancora significativo"

"Un dato che segnaliamo in questa settimana è che nelle ultime settimane, proprio anche in virtù della circolazione della variante Omicron" di Sars-CoV-2, "si segnalano anche casi di reinfezioni in persone che avevano già contratto" il virus. A evidenziarlo è stato Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss) e portavoce del Cts, nel video in cui illustra i dati del monitoraggio dell'epidemia di Covid-19.

"E' importante ricordare - ha sottolineato Brusaferro - che soprattutto con la forte circolazione e la forte trasmissibilità della variante Omicron, le persone che non hanno ancora iniziato il ciclo vaccinale" anti-Covid "è opportuno lo inizino quanto prima, proprio per proteggersi anche da questa variante". "Vediamo che i numeri" dei non vaccinati "sono ancora significativi" ha detto ancora mostrando una slide dalla quale risultano oltre 3,4 milioni di italiani senza dosi di vaccino, specie nella fascia 40-49 anni (quasi 1,3 milioni), seguita dalla fascia 50-59 anni (quasi 1,1 milioni).

Ricoveri in aumento

Il presidente dell'Iss ha invitato tutti alla prudenza e a effettuare il richiamo. I dati di Covid in crescita si confermano anche "in termini di incremento delle ospedalizzazioni. Per quanto riguarda le terapie intensive siamo arrivati a un valore di 12,9% nell'occupazione" di posti letto da parte di pazienti Covid, che questa settimana porta da 1.023 "a 1.226" i ricoverati. "E il trend è di crescita anche per quanto riguarda le aree mediche, che sono passate da 8.722 a 10.866 ricoverati questa settimana superando il 17% di occupazione dei posti letto disponibili".

Le proiezioni, poi, "mostrano" ancora "un incremento" di pari passo "con il livello di trasmissione attuale. E indicano "la probabilità che nell'arco di 3-4 settimane i posti letto vadano a occuparsi progressivamente e che queste percentuali aumentino", e ci sia insomma "una crescita delle probabilità di occupazione di questi posti letto". A spiegarlo è Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), nel video in cui illustra i dati settimanali del monitoraggio dell'epidemia di Covid-19. Si è visto in questi giorni come anche "il numero di tamponi stia crescendo in maniera significativa: quotidianamente si supera la soglia del milione di test che vengono effettuati. Confrontando le curve con la stagione precedente, vediamo che i casi sono in netta crescita. Ma anche le ospedalizzazioni e i ricoveri in terapia intensiva, sebbene molto inferiori rispetto all'anno precedente, sono in crescita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicron, Brusaferro: "Reinfezioni anche in persone che avevano contratto il virus"

Today è in caricamento