Domenica, 11 Aprile 2021
Padova

Insulti e bullismo contro una coppia di fidanzate in una residenza universitaria: la denuncia

Per mesi Giulia e Luana sono state oggetto di insulti e atteggiamenti discriminatori, una vera e propria campagna omofoba sfociata anche in atti di bullismo

Due giovani sono state vittime di discriminazione in una residenza universitaria a Padova. La denuncia arriva da Noemi Fantinato, rappresentante dell’Unione degli universitari locale. 

Luana Strada e Giulia Bellomia, fidanzate e da tempo residenti nella Copertino, gestita dall’Esu, hanno scoperto domenica che tanti altri ragazzi presenti nella struttura sparlavano alle loro spalle, rivolgendo loro commenti ed appellativi decisamente negativi. Una ragazza, facendosi “portavoce” della maggioranza, alla fine ha confessato a Luana e Giulia lo sdegno di gran parte degli studenti. 

“Non ci eravamo mai accorte di nulla, invece abbiamo scoperto che decine di persone che vediamo ogni giorno, che conosciamo bene e che credevamo amiche, da mesi ci prendevano in giro e ci insultavano”, racconta Luana. “Lo hanno ammesso anche in una chat davanti a me. Le parole dirette sono arrivate solo dopo aver smascherato il bullismo latente che da settimane aleggiava in residenza”.

Gay, rom, grasso o straniero: uno studente su due oggi è vittima di discriminazione

Luana e Giulia venivano offese e insultate per il fatto di essere omosessuali, vittime di una vera e propria opera discriminatoria ed omofoba, sfociata anche in atti di bullismo. 

Le due non hanno voluto denunciare ma hanno deciso di metterci la faccia: “Speriamo serva a sensibilizzare e educare alla convivenza e al rispetto, oltre che a convincere altre persone che si trovano in queste situazioni a non subire passivamente”. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e bullismo contro una coppia di fidanzate in una residenza universitaria: la denuncia

Today è in caricamento