Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Solidarietà e impegno civile: chi sono gli "eroi quotidiani" premiati da Mattarella

Trentadue profili di cittadine e cittadini che si sono distinti come esempi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani

La preside della scuola di Scampia. Il pensionato che ogni giorno accompagna a scuola un bambino non vedente. Il bambino sopravvissuto al crollo della scuola di San Giuliano di Puglia nel terremoto del 2002 e rimasto da allora su una sedia a rotelle che è diventato campione di nuoto paralimpico e ha creato una associazione di volontariato. Il senegalese che ha salvato un militare pugnalato da un terrorista alla stazione Centrale di Milano. E tanti altri.

Sono le cittadine e cittadini che si sono distinti per atti di eroismo, impegno nella solidarietà, nel soccorso, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità, per le attività in favore della coesione sociale, dell’integrazione, della ricerca e della tutela dell’ambiente a a cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di conferire, motu proprio, altrettante onorificenze al Merito in quanto casi significati di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani, tra i tanti altri presenti nella società civile e nelle istituzioni.

omri 2019 mattarella-2

Alessandra Rosa Albertini, 68 anni (Pavia), Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per la esemplare generosità con cui ha sostenuto, in prima persona, la ricerca scientifica ribadendo il suo strategico valore per il futuro del nostro Paese". Biologa genetista, ha lavorato all’Università per 40 anni e da gennaio 2019 è in pensione. Dal 2012 è stata direttrice del dipartimento di Biologia e Biotecnologie allo "Spallanzani" di Pavia, dove era entrata nel 1970 con un assegno di addestramento scolastico e scientifico. Nel febbraio 2019, ha donato all’Università 250mila euro da utilizzare per cofinanziare le posizioni di ricercatori a tempo determinato, junior, e di assegnisti di ricerca.

Gaetano Angeletti, 76 anni (Corridonia-MC), Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per il suo quotidiano impegno nel sostegno alle famiglie con problemi di disagio giovanile e nel contrasto alla tossicodipendenza". Pensionato, già titolare della tipografia Taf srl e presidente dell’Associazione “La Rondinella” di Corridonia. Nel 2005 il figlio Manolo, di 30 anni, muore per un’overdose di cocaina. Questa tragedia è alla base del suo impegno, insieme alla moglie Gabriella, per la fondazione e promozione dell’Associazione “La Rondinella”.

Pompeo Barbieri, 25 anni (San Giuliano di Puglia - CB), Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per il suo encomiabile esempio di reazione alle avversità e di impegno sociale". Il 31 ottobre 2002, giorno del crollo della scuola “F. Jovine” di San Giuliano di Puglia, frequentava la classe terza elementare. Estratto vivo dalle macerie è stato ricoverato per gravi danni da schiacciamento e gli è stata riscontrata la lesione del midollo che lo costringe su una sedia a rotelle. Nel 2012, sempre a causa dei danni riportati, è entrato in dialisi per una insufficienza renale e sottoposto a trapianto di rene, donato dal padre. Frequenta l’Università degli Studi di Ancona, Facoltà di ingegneria informatica. Nel 2013, insieme ad altri sopravvissuti di quel tragico crollo, ha fondato l’Associazione di volontariato “Pietre Vive” che “nasce dal desiderio di gratitudine per il dono della vita perché ciò che ci era stato regalato potesse diventare un dono per gli altri”. Tramite l’Associazione finanzia progetti di grande rilevanza sociale in Italia e all’estero. Grazie alle terapie riabilitative in piscina ha scoperto la passione per lo sport diventando campione di nuoto paralimpico. Il 4 marzo 2019 ha vinto due medaglie d'oro nei 50 metri e 100 metri stile libero ai Campionati assoluti invernali nuoto paralimpico.

Suor Gabriella Bottani, 55 anni (Milano), Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per la totale dedizione con cui da anni è impegnata nella prevenzione, sensibilizzazione e contrasto alla tratta degli esseri umani". Suora comboniana, per anni in missione in Brasile, è la coordinatrice di “Talitha Kum”, una rete internazionale contro la tratta di esseri umani di iniziativa dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali.

Clicca su continua per leggere le storie degli "eroi quotidiani" premiati da Mattarella

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà e impegno civile: chi sono gli "eroi quotidiani" premiati da Mattarella

Today è in caricamento