Perché l'ordinanza di Musumeci sui migranti rischia di essere velleitaria

Il presidente della Sicilia ha disposto la chiusura di tutti i centri di accoglienza e hotospot presenti sull'Isola, ma come spiegano fonti del Viminale l'immigrazione "è una materia di competenza statale"

Foto di repertorio

L'immigrazione è "una materia di competenza statale". Lo precisano all'Adnkronos fonti del Viminale, interpellate sull'ordinanza firmata questa notte dal governatore siciliano Nello Musumeci, che prevede il trasferimento di tutti i migranti entro le 24 di domani e la chiusura degli hotspot dell'isola. In ogni caso, assicurano le stesse fonti, sulla situazione della Sicilia "l'attenzione è alta" e si lavora per "alleggerire la pressione" al massimo e "procedere ai trasferimenti" dei migranti.

"L'ordinanza è stata pubblicata questa notte. - ha fatto sapere in mattinata Musumeci - Oggi verrà notificata a tutte le prefetture dell'Isola e al governo nazionale. La Sicilia non può essere invasa, mentre l'Europa si gira dall'altro lato e il governo non attiva alcun respingimento. Vi terrò aggiornati più tardi". Per il governatore "le regole europee e nazionali sono state stracciate. L'Europa fa finta di niente e il governo nazionale ha deciso, malgrado i nostri appelli, di non attuare i decreti vigenti e di non chiudere i porti, come invece ha fatto lo scorso anno con il decreto interministeriale Interno-Difesa-Trasporti. C'e' una colpevole sottovalutazione del fenomeno senza precedenti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa del governatore potrebbe però rivelarsi velleitaria. Come spiega anche l'ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari, il potere di decidere se chiudere o meno le frontiere delle Regioni o i centri di accoglienza dovrebbe spettare al Ministero dell'Interno o comunque allo Stato. "Se vi sono dei centri di accoglienza che sono della Regione - ha spiefato Cacciari all'AdnKronos -, il Presidente della Regione potrà anche decidere qualcosa. Certamente poi sarà compito di altri decidere dove collocare queste persone, ma non credo che i centri di accoglienza delle regione siciliana siano responsabilità della regione". "Può darsi che ci siano dei centri che sono regionali, ma ne dubito" ha concluso Cacciari. "Credo che i centri di accoglienza, come quello a Lampedusa, siano gestiti da un'autorità nazionale". 

Migranti, Musumeci usa il pugno duro: "Entro domani via dalla Sicilia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

  • Mascherina (di nuovo) obbligatoria all'aperto in Campania: l'ordinanza di De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento