rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La perizia / L'Aquila

L'orsa Amarena non avrebbe mai aggredito: le perizie ci spiegano perché

Le prime indiscrezioni sulle perizie veterinarie sembrano smentire la legittima difesa, ma per avere più certezze sarà necessario attendere ancora

Non sarebbe stata aggressiva l'orsa Amarena. Quando Andrea Leombruni la ha sparato alle spalle, il plantigrado non si sarebbe trovato in posizione eretta, ma sulle quattro zampe, quindi in condizione di non nuocere. Lo rivelano le prime indiscrezioni sull'autopsia dell'animale, diffuse anche da Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente. 

"Altro che paura, l'orsa Amarena non era affatto aggressiva, era sulle quattro zampe, quando Andrea Leombruni le ha sparato alle spalle con un proiettile calibro 12 che le ha perforato il polmone causandone la morte per dissanguamento. La perizia dei veterinari smonta anche l'ultima difesa del suo uccisore e conferma quanto avevamo sostenuto fin dall'inizio: Amarena è stata assassinata a sangue freddo" ha affermato la parlamentare. 

Ma per capirne di più bisognerà attendere ancora almeno 90 giorni. È il tempo necessario per la perizia balistica  in cui verranno inquadrate meglio, e con più precisione, le eventuali responsabilità di Leombruni.

L'ente del parco Nazionale d'Abruzzo e Molise intanto fa sapere che i cuccioli dell'orsa stanno bene. "Domenica 10 e lunedì 11 settembre, nella zona del monitoraggio sono state rinvenuti a distanza molto ravvicinata tra di loro due escrementi freschi, di dimensioni coerenti con quelle di orso giovane, quindi attribuibili ai cuccioli di Amarena - si legge sulla pagina Facebook - La ricerca e l'analisi visiva delle fatte d'orso è molto importante per simili attività di monitoraggio, poiché permette di comprendere se, e di che cosa, un orso si sta alimentando in quel dato periodo. Negli escrementi rinvenuti si è riscontrata la presenza di resti di more, mele e pere: al momento la conferma del fatto che i due cuccioli di orso si stanno alimentando. Ieri, martedì 12 settembre, in serata, oltre i segni di presenza i Guardiaparco hanno osservato a distanza i cuccioli mentre erano intenti a mangiare e giocare tra di loro" conclude l'ente Parco. 

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'orsa Amarena non avrebbe mai aggredito: le perizie ci spiegano perché

Today è in caricamento