rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Animali "ingombranti" / Trento

Dimezzare gli orsi: dopo l'aggressione mortale via agli abbattimenti

Domani i funerali di Andrea Papi mentre il governatore del Trentino e il ministro dell'ambiente hanno deciso che gli esemplari problematici saranno abbattuti e si va verso il trasferimento della popolazione di plantigradi che erano stati introdotti dal 1999 in Trentino

Si svolgeranno domani a Caldes i funerali di Andrea Papi, il runner 26enne ucciso da un orso nei boschi che sovrastano il paese. Mentre l'intera val di Sole si prepara a una giornata di lutto cittadino, Roma e Trento valutano l'abbattimento degli orsi 'problematici' e il loro trasferimento in massa. Mentre per forestali e poliziotti sono in arrivo gli spray anti-orso.

Il governatore trentino Maurizio Fugatti, al termine dell'incontro con il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto Fratin, ha spiegato che oltre all'orso di Caldes, firmerà l'ordine di abbattimento di altre tre orsi considerati 'problematici'.

Inoltre sarà valutato un piano di trasferimento di massa degli orsi dal Trentino ad altre zone con lo scopo di mantenere un numero sostenibile di esemplari sul territorio trentino. L'ipotesi su cui si lavora è la riduzione a 50 esemplari dal centinaio di plantigradi presenti nella provincia autonoma. Sulla gestione degli orsi sulle Alpi sarà quindi istituito un tavolo tecnico fra ministero, provincia e Ispra. Proprio il governatore Fugatti ha evidenziato la necessità di portare il progetto di reintroduzione dell'orso in Trentino, risalente al 1999, al suo obiettivo originario. Il ministro ha confermato la piena collaborazione del Ministero dell'Ambiente e ha raccomandato a Fugatti la massima condivisione con Ispra delle procedure che porteranno all'individuazione dei soggetti ritenuti potenzialmente pericolosi per l'uomo, nei confronti dei quali il governatore ha la facoltà di adottare misure di abbattimento.

Durante un incontro di Fugatti con il vicepremier Matteo Salvini si è anche parlato della dotazione (anche per le forze dell'ordine) dello spray anti-orso, come già avviene in altri Paesi.

Sulla questione interviene anche Reinhold Messner. "La convivenza con lupi e orsi su un territorio antropizzato e di piccole dimensioni com'è il nostro, non è più sostenibile", afferma.

"Il turista ha paura dell'orso come ha paura il contadino nel mandare il figlio di dieci anni al pascolo a guardare se le capre o le pecore stanno bene" spiega Reinhold Messner, il famoso alpinista dell'Alto Adige considerato il 'Re degli Ottomila'. "Io rispetto il valore del lupo e dell'orso ma questi contadini 120 anni fa hanno estinto il lupo e l'orso. Ricordiamoci che la pecora è un animale amato e l'orso un animale selvatico".

"Gli animalisti devono capire che gli orsi, come i lupi, sono animali predatori. Abbattere qualche animale problematico si può, dimezzare la popolazione di orsi è un buon passo ma serve un legge che permetta al sindaco di abbattere gli esemplari problematici" spiega ancora Messner mentre gli animalisti si oppongono invece a quello che definiscono "lo sterminio degli orsi".

Al confine con il Veneto l'associazione centopercentoanimalisti ha appeso la scritta "Benvenuti nella terra dove ammazzano gli orsi". In queste ore sta facendo il giro del web anche l'audio registrato lo scorso dicembre da un giovane ingegnere di Ausonia, che afferma di essere stato aggredito e ferito da un orso durante un escursione nella valle di Comino. In Lucchesia, una donna di 50 anni sarebbe invece stata morsa da un lupo in una zona isolata di Porcari, nel tentativo di difendere il suo cane. 

Una donna è stata morsa da un lupo per proteggere il proprio cane 

Scomparso da casa lo trovano in cima ad un albero: "Fuggito dai cinghiali" 

Coldiretti stima che in Italia ci siano 3300 lupi, 100 orsi solo in Trentino e 2,3 milioni di cinghiali: "Non è più rinviabile il piano nazionale per la gestione delle specie selvatiche" denuncia Coldiretti che sottolinea come non sia solo necessario proteggere i cittadini ma anche salvare le migliaia di pecore e capre sbranate, mucche sgozzate e asinelli uccisi lungo tutta la Penisola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimezzare gli orsi: dopo l'aggressione mortale via agli abbattimenti

Today è in caricamento