Venerdì, 5 Marzo 2021

Oggi nasceva lo Zecchino d'Oro, il primo "talent" italiano per bambini

Cino Tortorella portò al successo questo primo talent che metteva, e mette tutt'ora, al centro la bravura e la simpatia dei bambini.

Era il 1959 quando, nel teatro dell'Arte di Milano, nacque lo Zecchino d'Oro. Era il 24 settembre, per la precisione, e sul palco, per presentare i bambini, salì Cino Tortorella ideatore di quello che può essere definito il primo talent dedicato ai più piccoli. Era pensato come un Sanremo per bambini, ma fu in realtà un gioco ambientato nel magico mondo della fiaba di Collodi: Pinocchio. Ciò avvenne perché Tortorella, in quegli anni impegnato nel programma per ragazzi "Zurlì, mago lì per lì e Zurlì, mago del giovedì", fu notato dagli organizzatori del "Salone del Bambino" di Milano che lo ingaggiarono per uno spettacolo all'interno della manifestazione.

Nel '59 il salone aveva come tema cardine Pinocchio e così Cino decise di ambientare una rassegna-concorso di canzoni originali tra la Fata Turchina, il Gatto e la Volpe. I bambini erano i protagonisti indiscussi: dovevano cantare e giudicare. Lo spettacolo venne diviso in tre parti: Pomeriggio di Mangiafuoco; Il Gatto e la Volpe; Il campo dei miracoli. Il vincitore avrebbe vinto uno Zecchino d'Oro staccato direttamente l'albero, comparso per magia sul palco, con al posto delle foglie i gialli zecchini.

La canzone più famosa di quella prima edizione fu "Lettera a Pinocchio", portata al successo da Johnny Dorelli l'anno successivo, ma a vincere fu il brano "Quartetto".

Per problemi televisivi, lo spettacolo era mandato in onda dalla Rai, lo Zecchino d'Oro ha dovuto cambiare sede. Nel 1961 si trasferì a Bologna dopo che Tortorella si accordò con i frati minori dell'Antoniano per ospitare i bambini. Contestualmente il presentatore conobbe, grazie ai frati, Mariele Ventre che fu la maestra di canto dei piccoli fino alla sua morte avvenuta nel 1995. Fu lei a creare il Piccolo Coro dell'Antoniano nel 1963: un coro misto che accompagnava i piccoli interpreti durante le loro esibizioni.

Lo Zecchino d'oro oggi

Oggi lo Zecchino d'oro è giunto alla 63esima edizione (2020), si svolgerà a Bologna e sarà condotto da Lorella Cuccarini per gli appuntamenti pomeridiani, mentre la finale sarà presentata insieme a Carlo Conti.

Il testo della canzone Lettera a Pinocchio

Ho tanto desiderio questa sera
di scrivere una lettera a qualcuno
e fra gli amici della primavera
al mio più caro amico scriverò….

Carissimo Pinocchio,
amico dei giorni più lieti,
di tutti i miei segreti
che confidavo a te.

Carissimo Pinocchio,
ricordi quand’ero bambino?
Nel bianco mio lettino,
ti sfogliai, ti parlai, ti sognai.

Dove sei? Ti vorrei veder,
del tuo mondo vorrei saper:
forse Babbo Geppetto è con te…
Dov’è il Gatto che t’ingannò,
il buon Grillo che ti parlò,
e la Fata Turchina dov’è?

Carissimo Pinocchio,
amico dei sogni più lieti,
con tutti i miei segreti
resti ancor nel mio cuor come allor.
Resti ancor nel mio cuor come allor.

Dove sei? Ti vorrei veder,
del tuo mondo vorrei saper:
forse Babbo Geppetto è con te…
dov’è il Gatto che t’ingannò,
il buon Grillo che ti parlò,
e la Fata Turchina dov’è?

Carissimo Pinocchio,
amico dei giorni più lieti,
con tutti i miei segreti,
resti ancor nel mio cuor come allor.

di Panzeri, ed. Sugarmusic

Le canzoni della prima edizione dello Zecchino d'Oro

Capelli turchini

Girotondo rataplan

I colombini

La bella topolina

Lettera a Pinocchio

Lettera di Natale

Quartetto

Beniamino

Girotondo dei fumetti

Magia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi nasceva lo Zecchino d'Oro, il primo "talent" italiano per bambini

Today è in caricamento