Sabato, 27 Febbraio 2021
Brindisi

“Carmelì, mi vuoi sposare?”: la proposta di matrimonio sulla tuta anticovid dell’infermiere

L’idea di Giuseppe Pungente, in servizio nel reparto di Pneumologia dell’ospedale di Ostuni

Proposte di matrimonio ai tempi del Covid. Un infermiere di Torre Santa Susanna (Brindisi) ha chiesto alla fidanzata di diventare sua moglie scrivendolo sul retro della tuta antiCovid che indossa in reparto. 

“Carmelì, mi vuoi sposare?”, è il messaggio scritto da Giuseppe Pungente per la sua Carmen Pinto, con le opzioni di risposta: “Sì” o “No”. 

Pungente, 32 anni, è in servizio nel reparto di Pneumologia dell’ospedale di Ostuni. Quella tuta protettiva la indossa ogni giorno durante il suo lavoro, a contatto con i pazienti. L’infermiere ha pubblicato la foto il 1 gennaio. “Risultato tra i primi positivi al Covid, in prima linea nella lotta contro il virus e sempre tra i primi ad essere vaccinato, ho maturato l’idea che la vita vera è fatta di piccole e semplici cose, come gli amici più cari, la famiglia d’origine e quella futura, insieme a te Carmen Pinto”, ha scritto Pungente nella didascalia di accompagnamento alla foto. 

E Carmen? La ragazza ha risposto tra i commenti alla foto pubblicata da Giuseppe Pungente, ovviamente accettando la proposta, tra emoticon di lacrime (di felicità) e tanti cuori rossi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Carmelì, mi vuoi sposare?”: la proposta di matrimonio sulla tuta anticovid dell’infermiere

Today è in caricamento