Nuova campagna shock di Pro Vita a Roma: bambini dentro i barattoli, “stop all’utero in affitto”

Nessuna concessionaria ha voluto affiggere i manifesti, denucia Pro Vita, così la campagna sta girando la città ospitata su numerosi camion vela

Stanno girando per Roma numerosi camion vela con l’ennesima campagna shock del movimento Pro Vita contro la maternità surrogata. Nelle immagini si vedono bambini chiusi dentro barattoli e la scritta: “Non è un prodotto #stoputeroinaffitto”.

“È la nostra denuncia agli orrori di questo commercio e contro il business dell’affitto di uteri e compravendita di ovuli”, dicono Toni Brandi e Jacopo Coghe, presidente e vice presidente di Pro Vita e Famiglia e del Congresso Mondiale delle Famiglie. “Come il nascituro anche le madri surrogate e le cosiddette ‘donatrici’ di ovociti sono vere e proprie vittime di questo mostruoso sistema che deve finire. Il bambino non è un prodotto né un oggetto da vendere o da regalare”.  

Pro Vita e la polemica con Virginia Raggi

“Avevamo previsto anche delle affissioni nella Capitale – spiegano Brandi e Coghe – ma le concessionarie contattate, per paura di un intervento sanzionatorio da parte del Comune di Roma come già successo, si sono tirate indietro”. I due chiedono polemicamente alla sindaca Virginia Raggi “se ha il coraggio di concentrarsi contro il vero degrado, sia morale che cittadino, o preferisce discriminare i bambini e ignorare la solidarietà nei confronti degli indifesi?”.

Raggi aveva infatti già fatto rimuovere una precedente campagna omofoba di Pro Vita e Generazione Famiglia, che ritraeva due uomini spingere un carrello con dentro un bambino in lacrime con un codice a barre sul petto. “La strumentalizzazione di un bimbo e di una coppia omosessuale nell’immagine del manifesto offendono tutti i cittadini”, scrisse la sindaca in una nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello a Salvini

Pro Vita ha lanciato poi un appello al ministro dell’Interno Matteo Salvini  "affinché emani un provvedimento che impedisca le trascrizioni anagrafiche alle coppie dello stesso sesso", invocando "politiche che rispettino il sacrosanto diritto di ogni bambino ad avere una mamma e un papà". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: un 5stella vince 1.952.527 euro

  • Nuovo Dpcm, ci siamo (quasi): le regole in vigore dal 10 agosto, cosa cambia per gli italiani

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi martedì 11 agosto 2020: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 8 agosto 2020

  • Amadeus e Fiorello inseparabili: eccoli in vacanza con le mogli prima di Sanremo 2021

  • Il cambiamento di Gianni Sperti: “Superare il pregiudizio è stata la vittoria più grande”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento