rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Le cose da sapere

I vaccini aggiornati contro Omicron per la quarta dose: si può scegliere quale fare?

La nuova campagna vaccinale entra nel vivo, con l'apertura anche per gli under 60. Sono disponibili il vaccino contro Omicron 1 e quello per Omicron 4-5, oggi prevalente. Tutto quello che c'è da sapere

La campagna vaccinale torna nel vivo in autunno, o almeno così sembra. Finora soltanto il 17% degli over 60 - la platea iniziale a cui è raccomandata la quarta dose - si è immunizzato. La speranza adesso è che una percentuale maggiore di persone si senta incoraggiata a farlo, vista la presenza di due nuovi vaccini bivalenti, che scatenano la reazione anticorpale non solo al ceppo originario del virus ma anche alla sottovariante Omicron 1 in un caso e a Omicron 4-5 nell'altro. Dopo la prima circolare del 7 settembre scorso che ha autorizzato i vaccini bivalenti aggiornati su Omicron 1 - in tutto la prima tranche è di 19 milioni di dosi -, lo scorso 23 settembre è stata firmata una nuova circolare da parte del ministero della salute che autorizza e rende disponibili anche i vaccini per Omicron 4-5, oggi prevalente in Italia.

La presenza di entrambi i vaccini, però, secondo alcuni esperti rischia di creare confusione senza indicazioni precise. La campagna vaccinale è ora puntata soprattutto sulle quarte dosi per i fragili e per gli over 60, oltre che per chi, tra gli over 12, non ha ancora fatto la terza dose. Ma ora i vaccini saranno anche disponibili "su richiesta dell'interessato" come quarta dose per tutti gli over 12 che abbiano già ricevuto la prima dose di richiamo da almeno 120 giorni. È prevista anche una quinta dose per i gravi immunodepressi, "dietro valutazione e giudizio clinico specialistico". Un caso limite che dimostra la massima apertura della campagna vaccinale, anche in casi eccezionali.

Dopo le due circolari del ministero della salute, quindi, chi vuole già fare la quarta dose, anche tra gli under 60, lo potrà fare prenotando la somministrazione all'hub oppure in farmacia o dal medico di famiglia. Ma si può scegliere quale vaccino farsi iniettare, tra i due bivalenti (Omicron 1 e Omicron 4-5) ora disponibili entrambi? Alcuni italiani, infatti, potrebbero voler scegliere l'ultimo vaccino aggiornato sulle sottovarianti ora dominanti nel nostro paese (Omicron 4-5). La risposta ufficiale è no, non si può scegliere.

In alcuni casi, tuttavia, è possibile. La circolare ministeriale sottolinea come "non ci sono evidenze per poter esprimere un giudizio di uso preferenziale di uno dei diversi vaccini bivalenti disponibili, ritenendo che tutti possano ampliare la protezione contro diverse varianti e possano aiutare a mantenere una protezione ottimale contro la malattia Covid-19". Ufficialmente, quindi, non si può scegliere il vaccino. Ma in alcuni casi, come avviene ad esempio nel Lazio, ogni punto vaccinale ha solo un tipo di vaccino e quindi prenotando in un posto piuttosto che in un altro di fatto si sceglie quale vaccino ricevere. Se un punto vaccinale ha vaccini di tipo diverso, in ogni caso, la scelta non spetta a chi riceve la somministrazione. Il rischio di avere situazioni di caos, però, è dietro l'angolo.

Per questo, secondo gli esperti, è fondamentale che cresca l'informazione sui due vaccini e il ministero della salute dia indicazioni più precise. "Se le istituzioni non forniscono dati precisi riguardo alla loro (per ora potenziale) efficacia comparata la gente, confusa, non si vaccinerà", ha scritto in un tweet il virologo Roberto Burioni. Tra qualche giorno arriveranno anche le indicazioni riguardo all'opportunità di somministrare nella stessa seduta l'anti covid e l'antinfluenzale, che a seconda della regione sarà disponibile tra il 5 e il 15 ottobre. Anche in questo modo si spera di dare una spinta alla campagna contro il virus pandemico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vaccini aggiornati contro Omicron per la quarta dose: si può scegliere quale fare?

Today è in caricamento