Martedì, 20 Aprile 2021
Italia

Radio Radicale, stop alla proroga della convenzione: bocciato il salvataggio

Bocciati gli emendamenti al decreto crescita in commissione Bilancio e Finanze della Camera per salvare Radio radicale. Fallisce il tentativo portato avanti anche dalla Lega

Decine di militanti e dirigenti Radicali, ma anche semplici cittadini, si sono sdraiati sull'asfalto a Torino con le bocche sigillate dal nastro adesivo e al collo un cartello con la scritta 'Salviamo il servizio pubblico di Radio Radicale', 16 maggio 2019.

Le commissioni Bilancio e Finanze della Camera hanno dichiarato inammissibile l'emendamento della Lega al Decreto Crescita per prorogare di sei mesi la convenzione del ministero dello sviluppo economico con Radio radicale. Una convenzione, scaduta ierim che vale tre milioni e mezzo di euro e permette la trasmissione delle dirette delle sedute parlamentari.

Altri emendamenti simili proposti da altre forze politiche sono stati bocciati. I gruppi di Lega e Pd hanno presentato ricorso contro la dichiarazione di inmamissibiità.

"La decisione delle Commissioni bilancio e finanze della Camera - ha denunciato l'Associazione Stampa Romana- è molto grave. L'emendamento era stato proposto dalla Lega. Il Parlamento certifica in questo modo la fine del rapporto con una emittente che ha dimostrato nei fatti di svolgere autentico servizio pubblico con evidenti conseguenze sociali e occupazionali. Invitiamo i colleghi alla mobilitazione e sosteniamo Radio radicale perché non chiuda le trasmissioni e faccia sentire forte e chiara la sua voce".

Ricordiamo che il Governo ha deciso di dimezzare (da 10 a 5 milioni) per il solo 2019 – e successivamente non rinnovare – la convenzione che Radio Radicale svolge da 40 anni trasmettendo le sedute del Parlamento e dando conto dell’attività delle principali Istituzioni. 

Come ricordato dal sottosegrettario Vito Crimi  la convenzione con Radio Radicale è frutto di un bando di gara del ’94.  "Nessuno si è preso la briga di rivedere in 25 anni la convenzione o di prevedere una gara, forse per paura che qualche altro soggetto potesse vincerla".

radio radicale-2

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radio Radicale, stop alla proroga della convenzione: bocciato il salvataggio

Today è in caricamento