Reati diminuiti durante il lockdown. Il Viminale: “+148% migranti arrivati in un anno, tanti sbarchi autonomi”

Il dossier del ministero dell’Interno con il confronto tra i reati relativi dal 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020 e il confronto con l’anno precedente

Viene attribuito al lockdown per il Covid il calo dei reati registrati in Italia nell’ultimo anno. Gli omicidi passano da 334 a 278 (-16,8%), scendono anche le rapine (-21,1%) e i furti (-26,6%). Giù anche le truffe (-11,3%) ma aumentano i delitti informatici (+20%). Sono i dati contenuti nel dossier Viminale, pubblicato ogni anno in occasione del comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica che mettono a confronto i reati relativi al periodo compreso tra il 1 agosto 2019 e 31 luglio 2020 e il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019.

In particolare sono 106 gli omicidi avvenuti durante il lockdown. Dei 278 relativi all'ultimo anno 19 sono riconducibili alla criminalità organizzata che fanno registrare un calo del 32,1% e 149 sono maturati in ambito familiare o affettivo, con una diminuzione

Le rapine passano da 25.588 a 20.193 e 6.180 sono riferibili al periodo di lockdown, i furti vanno da 1.117.855 a 820.274 (213.785 durante il lockdown). Scendono da 134.535 a 119.355 le truffe mentre aumentano i delitti informatici che vanno da 120.355 a 144.474 (61.204 durante il lockdown).

Sono 13.579 le denunce per stalking presentate (per il 75% da donne) tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020, l'11,7% in meno rispetto a quelle presentate tra il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019 (15.370). Del totale delle denunce 4.967 si riferiscono al periodo di lockdown, pari al 36,5% del totale. Calano anche gli ammonimenti del questore 1.198 tra il 1 agosto e il 31 luglio 2020 (-6%), di cui 433 durante il lockdown mentre aumentano gli allontanamenti (+33,6%) che sono 398 di cui 156, pari al 39% durante il lockdown.

Viminale: forte crescita degli arrivi dei migranti nell'ultimo anno

Sono 21.618 i migranti sbarcati (di cui 2.886 minori non accompagnati) tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020 pari al 148,7% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente quando ne erano arrivati 8.691 (1.119 minori). Anche nello sbarco dei minori c'è un incremento del 157,9%. Cresce anche il numero degli scafisti arrestati (+10,8%) che passano da 120 a 133. Del totale degli sbarcati 5.271 sono stati soccorsi in Area Sar, 4.066 soccorsi dalle ong e 16.347 sono sbarcati autonomamente. 

Sono 622 (tra cui 80 donne 35 minori) i richiedenti asilo ricollocati dal 5 settembre 2019 al 31 luglio 2020, il 167% in più rispetto all’anno precedente. Il 61,6% è stato trasferito in Francia, il 20,1% in Germania e il 7% in Portogallo. Gli altri sono stati ricollocati in Irlanda (4,4%), Lussemburgo (2,9%) e Finlandia (0,9%). Nel mese di agosto sono stati effettuati due trasferimenti in Germania per un totale di 106 richiedenti asilo. Sono cosi 728 i ricollocamenti dal 5 settembre 2019.

Sono 33.984 le richieste di asilo tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020 il 6,3% in meno rispetto a quelle relative al periodo tra il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019. In particolare sono 71.695 le domande esaminate, l'11,6% per lo status di rifugiato, l'8,7% per la protezione sussidiaria, lo 0,7% per la protezione speciale, il 53,2% quelle con provvedimento di diniego e il 25,8% quelle relative a irreperibili o a rinunce. La diminuzione delle decisioni è stata determinata dalla sospensione, da marzo a giugno 2020, delle audizioni presso i Collegi Territoriali, in attuazione delle misure emergenziali per il contenimento del contagio da Covid-19.

Sono 4.408 i migranti rimpatriati tra il 1 agosto 2019 e 31 luglio 2020, il 35,8% in meno rispetto a quelli rimpatriati nel periodo tra il 1 agosto 2018 e il 31 luglio 2019 (6.862). Sul dato influisce la parziale sospensione delle procedure di rimpatrio dal 31 gennaio al 31 maggio 2020 per l’emergenza Covid-19 che ha consentito il rimpatrio di soli 592 espulsi. Sono i dati contenuti nel dossier Viminale, pubblicato ogni anno in occasione del comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Migranti, la ministra Lamorgese: "Problema maggiore non è numero di sbarchi, ma il Covid"

L'aumento degli arrivi di migranti sulle coste italiane registrato dal Viminale nell'ultimo anno "è stato determinato da sbarchi autonomi, quindi difficilmente gestibili nel senso di fermarli in mezzo al mare, trattandosi di piccole imbarcazioni e gommoni", ha detto la ministraa dell'Interno Luciana Lamorgese in conferenza stampa dopo la riunione del Comitato nazionale ordine e sicurezza pubblica nella sede della Prefettura di Milano, aggiungendo che "abbiamo avuto fino a 22 sbarchi autonomi in un giorno". "I numeri (dell'ultimo anno, ndr) non sono elevatissimi - ha proseguito Lamorgese - sono più alti dell'anno scorso ma vanno contestualizzati, va detto che oggi abbiamo la Tunisia in una grave crisi economica, politica e sociale. Abbiamo visto famiglie intere partire per cercare condizioni di vita migliori in Italia", Paese geograficamente molto "vicino" alla Tunisia.

"Il problema maggiore" della gestione dei migranti che arrivano sulle coste italiane "non sono i numeri degli sbarchi, ma il Covid-19", ha poi aggiunto. L'emergenza coronavirus, ha spiegato, "necessita tutto un sistema di tutele sia per le popolazioni che accolgono i migranti sia per i migranti stessi. Chi arriva viene sottoposto a tampone, se emergono dei positivi c'è la difficoltà di organizzare l'accoglienza e la quarantena". Per cercare di gestire "in maniera ordinata un afflusso disordinato", dovuto anche alla quantità di sbarchi autonomi, "abbiamo noleggiato due navi dove attualmente si trovano in quarantena i migranti". Un modo, ha detto il ministro, "per non gravare sui territori e per far vivere in sicurezza migranti e cittadini. Stiamo anche cercando strutture, per esempio caserme, da poter utilizzare temporaneamente per la quarantena".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 29 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento