rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Le Regioni in cui aumentano ricoveri e terapie intensive

Contagi in crescita e ospedali sempre più sotto pressione: i dati aggiornati del monitoraggio Agenas

Con l''aumento dei contagi registrato nelle ultime settimane, anche la pressione sugli ospedali è tornata su livelli preoccupanti in diverse zone d'Italia. In particolare, sono otto le Regioni che hanno registrato un aumento di ricoveri in area medica, mentre sono sei quelle in cui sono cresciuti i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva.

Le Regioni italiane in cui aumentano i ricoveri

Secondo i dati aggiornati contenuti nel monitoraggio dell'Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali), per quanto riguarda i posti letto in area medica l'aumento riguarda Calabria (al 7%), Marche (al 10%), Puglia (al 4%), Piemonte (al 5%), Toscana (all'8%), Umbria (al 7%), Sardegna (al 6%) e Bolzano (al 9%). Il Friuli Venezia Giulia ha livelli oltre soglia, pari al 15% per le rianimazioni e al 17% per le aree mediche, ma entrambi questi dati sono stabili da alcuni giorni: il primo dal 20 novembre, il secondo dal 21 novembre.

Terapie intensive: percentuali in crescita in sei Regioni

In altre 6 aumenta la percentuale di pazienti ricoverati nelle terapie intensive: Basilicata (al 2%), Lombardia (all'11%), Veneto (al 6%), Piemonte (al 6%), Sicilia (al 10%) e Trento (al 10%). Per quanto riguarda i dati a livello nazionale, secondo l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), i pazienti Covid occupano il 6% delle terapie intensive e l'8% dei posti in reparto. Questi valori sono entrambi sotto la soglia limite, rispettivamente al 10% e 15%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Regioni in cui aumentano ricoveri e terapie intensive

Today è in caricamento