Venerdì, 7 Maggio 2021
Chi riapre per primo?

Le Regioni che puntano alla zona gialla dal 26 aprile

Per capire quali saranno le prime zone a riaprire sarà necessario attendere le ordinanze di venerdì prossimo, ma in base alla regola dei "14 giorni", ecco quali sono le Regioni italiane che potrebbero avere le carte in regola per accedere al livello di rischio inferiore

Foto di repertorio Ansa

Da lunedì 26 aprile tornerà in vigore la zona gialla, colorazione sospesa temporaneamente dal decreto Covid del governo Draghi per fronteggiare l'aumento dei contagi e la diffusione delle varianti del coronavirus. Ma adesso, con la curva epidemiologica che inizia ad attenuarsi e con le misure restrittive e le vaccinazioni iniziano a mostrare i primi risultati, l'Italia si appresta a ripartire. 

Il nuovo decreto illustrato dal premier Draghi e dal ministro della Salute Speranza reintrodurrà quindi la zona gialla, colore che permetterà allentare diverse misure. Dal 19 aprile rimarranno in zona rossa soltanto Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta, con tutte le altre in zona arancione, ma il prossimo monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità, quello di venerdì 23 aprile, sarà decisivo per capire quali regioni potranno diventare zona gialla. Infatti, in base a quei dati il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà le ormai consuete ordinanze per il passaggio di colore. In attesa di avere dati e notizie certe, vediamo quali sono le regioni che possono sperare ad un passaggio alla zona gialla già da lunedì 26 aprile.

Le Regioni che puntano alla zona gialla dal 26 aprile

Prevedere cosa succederà nei prossimi giorni è ovviamente impossibile. Incidenza di nuovi casi e indice di contagio Rt sono variabili che potrebbero cambiare, ma basandoci sui dati attuali è possibile formulare qualche ipotesi sulle Regioni più vicine al giallo. Infatti, se le cose non dovessero cambiare in peggio e la situazione dovesse rimanere simile a quella attuale, sono diverse le Regioni con i numeri da zona gialla. 

Ricordiamo che si entra in zona rossa con un Rt a partire da 1.25 o con un incidenza settimanale superiore a 250 casi ogni 100mila abitanti, mentre si diventa arancioni con Rt pari o superiore a 1. Invece, secondo le nuove regole, per passare dal rosso all'arancione è necessaria la ''permanenza per 14 giorni in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive'', che significa due settimane con numeri da zona arancione per per ''scalare'' dal rosso, e di conseguenza due con dati da zona gialla per la retrocessione successiva. 

Per questo motivo, soltanto 11 Regioni (più due provincie autonome) si potrebbero collocare nei ''14 giorni da zona gialla'', necessari per il cambio di colore a partire dal prossimo 26 aprile. Al momento si tratta soltanto di ipotesi, ma ad avere due monitoraggi consecutivi con Rt sotto l'1 e un rischio basso moderato potrebbero essere: Abruzzo (incidenza 122, Rt 0.92), Calabria (incidenza 183; Rt 0.9), Emilia-Romagna (incidenza 182; Rt 0.78), Friuli Venezia Giulia (incidenza 156; Rt 0.72), Lazio (incidenza 161; Rt 0.79), Lombardia (incidenza 163; Rt 0.78), Marche (incidenza 155; Rt 0.9), Molise (incidenza 88; Rt 0.79), Piemonte (incidenza 204; Rt 0.75), Umbria (incidenza 102; Rt 0.84), Veneto (incidenza 134; Rt 0.81) e le Province di Trento e Bolzano (incidenza a 128 e 87, Rt 0.69 e 0.87). Per quanto riguarda la Toscana, con indice Rt di poco superiore a 1 (1,01), potrebbe diventare da zona gialla se il trend in discesa venisse confermato anche nella prossima settimana.

Diverso il discorso di Calabria e Sicilia, che potrebbero rimanere arancioni, così come Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta dovrebbero rimanere in zona rossa. Per scoprire i nuovi cambi di colore e di conseguenza dove avverranno le prime riaperture a partire dal 26 aprile sarà quindi necessario attendere il prossimo monitoraggio e la cabina di regia, tenendo in considerazione non soltanto l'indice di contagio, ma anche l'andamento della campagna vaccinale, la ''pressione'' sugli ospedali e il numero dei contagi.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Regioni che puntano alla zona gialla dal 26 aprile

Today è in caricamento