Domenica, 11 Aprile 2021
Nulla di preoccupante

Renzi: "Mia moglie Agnese si è vaccinata, ma ha preso il virus"

Il leader di Italia Viva: "Io e mio figlio siamo andati in albergo, non abbiamo avuto problemi". Contrarre l'infezione dopo aver fatto il vaccino non è così raro, ma non dobbiamo allarmarci

Matteo Renzi, ANSA

"Come molte famiglie italiane abbiamo un problema di quarantena, ha preso il Covid Emanuele, mio figlio di 18 anni, poi Agnese, che si era vaccinata, con AstraZeneca come insegnante. Ma si può prendere il Covid anche dopo il vaccino, in percentuale più bassa. Chi lo prende dopo il vaccino ha meno sintomi". Lo ha detto Matteo Renzi a 'L'aria che tira', su La7 invitando. "Io e mio figlio siamo andati in albergo, ma non abbiamo avuto problemi" ha raccontato il leader di Italia Viva. "Quello che voglio dire è vaccinatevi! Il messaggio è, siate prudenti e vaccinatevi. Agnese ha preso il virus perchè il virus è entrato in casa. Sono contento della sua grinta, è pronta domani a fare lezione da casa, ma il messaggio è: vaccinatevi!".

Perché si può risultare positivi anche dopo il vaccino

Pur non conoscendo i dettagli, il caso di Agnese Renzi non deve né stupire né preoccupare. Risultare positivi dopo aver fatto il vaccino non è così raro, ma non per questo dobbiamo allarmarci. L'obiettivo prioritario dell'immunizzazione è infatti quello di ridurre malattie e ricoveri, non impedire che il virus circoli. Se un vaccino ha un'efficacia stimata del 70% vuol dire che nel corso dei trial clinici si è osservata una riduzione dei casi di malattia del gruppo vaccinato del 70% rispetto al gruppo placebo. Il compito principale dei vaccini è in sostanza quello di proteggere dalle forme gravi della malattia. e non dal contagio asintomatico da Sars-Cov-2.

I risultati di diversi studi in realtà sembrano dimostrare che il farmaco Pfizer-BioNTech abbia un'efficacia del 90% anche nel prevenire l'infezione, ma sul tema della trasmissione del virus tra soggetti vaccinati il dibattito è ancora aperto. A ciò va aggiunto il fatto neppure i vaccini a mRNA di Pfizer e Moderna offrono una protezione del 100% contro la malattia: il che significa che una piccola percentuale di vaccinati oltre a risultare positivi potrebbe anche sviluppare i sintomi del Covid-19 benché in forma non grave. Quanto ad AstraZeneca, il vaccino somministrato ad Agnese Renzi, gli ultimi dati riportati dall'azienda indicano un'efficacia complessiva del 76% contro la malattia e del 100% nella prevenzione dei casi gravi di Covid-19, un dato simile a quello precedentemente reso noto. Bisogna infine ricordare che i vaccini garantiscono una discreta protezione dopo 15-20 giorni dalla somministrazione della prima dose (i tempi possono variare a seconda del farmaco). Comportarsi come se si fosse immuni subito dopo il vaccino può esporre seriamente al rischio di contrarre il virus. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi: "Mia moglie Agnese si è vaccinata, ma ha preso il virus"

Today è in caricamento