Giovedì, 21 Gennaio 2021
Si torna in aula

La Regione Campania riapre le scuole (ma solo per i più piccoli)

La decisione dopo l'esame dei risultati dello screening a campione: sarà consentita la riapertura degli asili e il ritorno a scuola degli alunni della prima classe delle elementari. Ma i sindaci potranno emettere ordinanze restrittive in caso di contagi

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha deciso la riapertura delle scuole a partire da mercoledì 25 novembre. Ma la decisione tanto attesa riguarderà solo i più piccoli. È infatti consentita la riapertura degli asili e il ritorno a scuola degli alunni della prima classe delle elementari.

Dal 25 novembre riaprono asili e prime elementari 

La decisione dopo l'esame dei risultati dello screening a campione, svolta su base volontaria, della popolazione scolastica con riferimento alle fasce d'età interessate (0-6 anni) sui familiari e sul personale docente e non docente.

"Sulla base della percentuale dei positivi riscontrati e della curva dei contagi rilevata nella scorsa settimana a livello regionale è stato deciso che a partire da mercoledì 25 novembre è consentito il ritorno a scuola in presenza per i servizi educativi e la scuola dell'infanzia, nonché per la prima classe della scuola primaria".

Come spiega la stessa unità di crisi i sindaci delle città più colpite dalla pandemia potranno adottare misure restrittive tali da chiudere gli istituti scolastici se l'andamento epidemiologico dovesse essere particolarmente preoccupante nel singolo contesto territoriale. La decisione sarà sancita da un'ordinanza firmata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che sarà pubblicata a breve.

Restano attualmente a distanza le lezioni per le scuole superiori di primo e secondo grado e per le altre classe elementari.

Secondo l'ultimo bollettino coronavirus in Campania sono stati diagnosticati nelle ultime 24 ore 2.158 nuovi contagi su 15.739 tamponi, di cui solo 227 sintomatici. 39 i decessi avvenuti tra il 14 e il 22 novembre ma registrati solo oggi. Negli ospedali continua a crescere il saldo dei ricoverati: sono 2.331 i posti letto di degenza occupati (+113) su 3.160 disponibili tra pubblico e privato. In area critica sono ricoverate 201 persone su 656 posti letto disponibili in terapia intensiva. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione Campania riapre le scuole (ma solo per i più piccoli)

Today è in caricamento