rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Il monitoraggio

Il 74% dei ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato

I no vax in rianimazione sono in media più giovani e senza patologie rispetto ai ricoverati vaccinati che, nel 70% dei casi, risultano affetti da diverse patologie con un'età media superiore di quasi 10 anni

Tra i pazienti ricoverati in terapia intensiva il 74% è costituito da persone che non sono vaccinate o non hanno completato il ciclo vaccinale anti Covid. È quanto emerge dal monitoraggio della rete degli ospedali sentinella della Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso) - costituita da 16 strutture sanitarie - che ha analizzato i dati al 16 novembre, dai quali risulta un totale di 625 pazienti ricoverati nei reparti Covid, di cui 86 (13,7%) in rianimazione.

Fiaso ha indagato inoltre l'identikit di chi, nonostante il vaccino, sia finito in rianimazione: si tratta per il 70% dei casi di pazienti con gravi comorbidità, affetti da cardiopatia, obesità grave, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva, neoplasia, o pazienti dializzati, trapiantati o immunosoppressi, sui quali può essersi verificato un fallimento vaccinale causato proprio dalle patologie. Di contro, la percentuale di pazienti non vaccinati e con comorbidità si abbassa al 57%.

Questo significa che i soggetti sani non vaccinati hanno maggiori probabilità di essere ricoverati in terapia intensiva rispetto ai vaccinati che, quando ci finiscono, è perlopiù a causa della comorbidità. Cambia, inoltre, l'età media tra vaccinati e non vaccinati ricoverati in intensiva. L'età media dei vaccinati è di 70 anni, mentre quella dei non vaccinati è di 61 anni.

"L'analisi condotta grazie ai dati dei 16 ospedali sentinella aderenti alla Fiaso conferma ancora una volta l'efficacia della vaccinazione nella protezione dalle forme gravi della malattia: la stragrande maggioranza dei ricoverati in terapia intensiva è composta da non vaccinati, in buono stato di salute e più giovani rispetto ai vaccinati", commenta il presidente Fiaso, Giovanni Migliore.

Il trucco delle regioni sui posti letto per non finire in zona gialla e arancione

I nuovi pazienti Covid ricoverati in ospedale e l'effetto paradosso

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 74% dei ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato

Today è in caricamento