Decine di intossicati e un morto: chiude il famoso ristorante stellato

E' accaduto a Valencia nel ristorante Riff, uno dei più in costosi e noti per la cucina sperimentale. Lo chef e proprietario sta collaborando con le autorità

Foto di archivio

"Ho preso la decisione di chiudere il ristorante fino a quando non sapremo le cause precise e potremo riaprire con le necessarie garanzie di sicurezza per lo staff e i clienti. Sono profondamente addolorato per la morte di quella donna. Ho offerto la massima collaborazione agli inquirenti". Parole di Bernd H. Knöller, chef e proprietario del Riff, un ristorante stellato Michelin a Valencia, in Spagna, dopo che una donna è morta e altre 29 persone sono rimaste intossicate dopo aver mangiato nel suo locale.

Decine di intossicati e un morto: chiude il ristorante stellato Riff di Valencia

L'uomo, dopo la tragedia, ha offerto le condoglianze ai familiari della vittima e sta collaborando con le autorità. La 46enne si è sentita male dopo aver cenato al Riff insieme al marito e al figlio ed è deceduta nelle prime ore della scorsa domenica, mentre i due parenti sono stati ricoverati. Finora gli inquirenti hanno rintracciato 75 persone che hanno mangiato al ristorante tra il 13 e il 16 febbraio e sarebbero 29 i casi finora di intossicazione da cibo.

Ristorante chiuso, cos'hanno mangiato le persone intossicate? C'è un sospetto

"Ad eccezione della persona che è morta, tutti coloro che si sono sentiti male hanno mostrato sintomi lievi, principalmente vomito", si legge in una nota delle autorità regionali. Sono stati presi campioni dal cibo e inviati all'Istituto tossicologico nazionale: gli ispettori inviati il 18 febbraio non hanno trovato una spiegazione apparente dell'avvelenamento. A quanto pare - ma questa è solo un'ipotesi al momento non verificata - il "colpevole" del dramma sarebbe stato un fungo chiamato falsa spugnola che può essere consumato ma solo dopo una lunga cottura. Se mangiato crudo, infatti, il fungo rilascia nell'organismo una sostanza potenzialmente letale per l'organismo, l'idrazina. Gli inquirenti, tuttavia, non vogliono giungere a conclusioni affrettate: "Dobbiamo ancora stabilire se il decesso è strettamente legato a quel fungo o se sono sopraggiunte ulteriori complicazioni".

Qui sotto, una foto della falsa spugnola, nome scientifico Gyromitra esculenta. Somiglia alla "morchella" ma si differenzia da quest'ultima per la forma del cappello, caratteristica molto importante da tenere in considerazione nella raccolta. E' uno dei funghi più infidi perché risulta commestibile solo da cotta (ma con molta cautela) e in particolari condizioni. Da cruda è mortale. Per questo è stata definita "il fungo commestibile che a volte uccide". Il consiglio è di non consumarla in ogni caso, per non correre rischi.

fungo falsa spugnola-2

Mangiano un fungo velenoso: morto il marito, grave la moglie 

Funghi velenosi a cena: intera famiglia sterminata

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ma basta con questo tipo di cucina. chef stellati a mia nonna potevate solo pulire le verdure

    • Hahahahahaha

Notizie di oggi

  • Economia

    Imu e Tasi, che botta per le imprese: oggi avere un capannone è "un incubo"

  • Economia

    "Non ci sarà nessun aumento dell'Iva": la promessa più difficile di Salvini

  • Economia

    Cina-Italia, firmati gli accordi e Di Maio esulta: "Obiettivo raggiunto"

  • Cronaca

    Con un trapianto salva la vita alla sorellina: "Un gesto d'amore che le terrà legate per sempre"

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Il duro messaggio di Alessandro Casillo: "Cara Maria, ecco perché ho lasciato Amici"

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 16 marzo 2019

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

Torna su
Today è in caricamento