rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
L'annuncio / Milano

"Chiudiamo il ristorante per le feste di Natale: così i dipendenti possono stare con la famiglia"

Il fondatore di PiazzAut Nico Acampora: "In molti mi dicono che il locale sarebbe pieno..."

Chi l'ha detto che cuochi e camerieri debbano lavorare anche a Natale e Capodanno? Non tutti i ristoratori la pensano così, come dimostra la storia che arriva dalla provincia di Milano e precisamente dal comune di Cassina de' Pecchi, a pochi chilometri dal capoluogo. Nico Acampora, papà di Pizzaut, la prima la prima pizzeria in Italia gestita da persone autistiche, ha spiegato con un post sulla pagina facebook del locale che nei giorni clou delle feste la sua attività resterà chiusa. E pazienza se i ricavi saranno più bassi. La felicità dei dipendenti vale più di un guadagno extra. 

"In molti mi stanno chiedendo se PizzAut sarà aperta a Natale e a Capodanno organizzando i classici cenoni" scrive infatti sui social il gestore della pizzeria."Io sono contento di queste richieste che vivo come dimostrazioni d'affetto ma ho preso una decisione già lo scorso anno. In molti mi scrivono dicendomi che il ristorante lavorerebbe tanto e sarebbe pieno...". E invece no. Acampora ha comunicato che dal 24 al 26 dicembre e dal 31 dicembre al 3 gennaio a Cassina de' Pecchi PiazzAut chiuderà "per consentire ai suoi meravigliosi ragazzi e dipendenti di trascorrere le festività con i propri genitori ed in famiglia". 

Il post pubblicato su facebook

Quella del fondatore di PizzaAut è una decisione controcorrente, ma sono comunque diversi gli imprenditori della ristorazione che hanno deciso di chiudere le proprie attività per le feste di Natale. Tra questi ci sono anche chef stellati e volti noti del settore. È il segno che i tempi stanno cambiando? Per ora si tratta di casi isolati, una goccia nell'oceano rispetto ai tanti ristoratori che resteranno aperti anche a Natale e Capodanno. Né si possono colpevolizzare questi ultimi, tanto più se pensiamo alle difficoltà a cui hanno dovuto far fronte gli operatori del settore a causa della pandemia. 

A PizzAut però le serrande resteranno abbassate. E così, mentre i loro colleghi saranno indaffarati in cucina e in sala a preparare e servire i clienti, i pizzaioli e i camerieri del locale festeggeranno il Natale insieme ai loro cari. "Noi saremo chiusi per stare in famiglia..." si legge ancora nel post, "ma voi stateci vicino perché anche voi siete un po' la nostra famiglia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiudiamo il ristorante per le feste di Natale: così i dipendenti possono stare con la famiglia"

Today è in caricamento