Mercoledì, 12 Maggio 2021
"È come se avessi lavorato gratis" / Firenze

Il ristoratore che usa una tenda per riparare i clienti dalla pioggia e viene multato

Quattrocento euro di sanzione e 24 ore di chiusura. La rabbia del titolare punito per la copertura della veranda e per un tavolo sulla porta: "Il ricircolo d'aria c'era, ho seguito le regole. Adesso farò ricorso"

Immagine di repertorio

È indignato Romualdo Rizzuti, titolare di una pizzeria a Firenze. Il ristoratore dovrà pagare 400 di multa e sarà costretto a chiudere il suo locale per un giorno. La sua colpa? Aver protetto dalla pioggia con una tenda i clienti seduti nella corte interna del suo ristorante, nel primo weekend di riaperture dopo il decreto anti covid del governo Draghi. Questi i fatti: sabato scorso nella piccola pedana esterna del locale di Firenze si erano appena seduti sei ragazzi arrivati da Pontassieve per mangiare una pizza a cena. Lo spazio, 85 posti standard, ora può ospitare circa trenta persone nel rispetto delle misure sul distanziamento. Quando il gruppetto di giovani ha cominciato a mangiare un antipasto è arrivata la pioggia. A quel punto, per trovare una soluzione, il ristoratore ha offerto loro un tavolo davanti alla porta finestra spalancata della sua veranda-giardino.

Il ristoratore che usa una tenda per riparare i clienti dalla pioggia e viene multato

"Mi dispiaceva mandarli via a metà cena", ha spiegato Rizzuti parlando con il quotidiano La Nazione. "Anche perché non avevo più posto in veranda, per via delle distanze di sicurezza non potevo certo aggiungere un tavolo", ha aggiunto. Per fortuna la veranda, nonostante la pioggia, è rimasta agibile, visto che è coperta con una tenda. Qualche cliente però ha segnalato che gli spazi offerti nel locale sarebbero stati troppo chiusi, senza possibilità di ricircolo d'aria. A poco sono servite le spiegazioni del ristoratore.

Sul posto sono arrivate le forze dell'ordine e Romualdo Rizzuti è stato multato: 400 euro di sanzione e un giorno di chiusura. Gli agenti hanno multato anche i sei clienti che avevano accettato di sedersi al tavolo davanti alla porta finestra. "In sedici mesi ho potuto aprire solo per sei mesi. Ho dieci dipendenti e sto facendo di tutto per andare avanti. Con questa multa è come se avessi lavorato gratis", ha commentato l'imprenditore con amarezza, annunciando ricorso contro il provvedimento.
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ristoratore che usa una tenda per riparare i clienti dalla pioggia e viene multato

Today è in caricamento