Giovedì, 25 Febbraio 2021
Treviso

La maestra negazionista in classe senza mascherina: "Dpcm illegali, il virus serve a fare soldi"

Sabrina Pattarello, insegnante in una scuola elementare di Treviso, è finita nell'occhio del ciclone per le sue idee su Covid-19 e per alcuni comportamenti tenuti in classe. La docente ha spiegato di non poter indossare il dpi per problemi respiratori

Sabrina Pattarello, foto da facebook

Avrebbe invitato i bambini a non indossare la mascherina in classe perché "di Covid muoiono solo i vecchi". A finire nell’occhio del ciclone una maestra della scuola elementare Giovanni XXIII di Treviso, Sabrina Pattarello, che era stata assunta tre settimane fa proprio grazie al decreto anti-Covid con l'incarico di seguire gli alunni disabili e fare supplenze in caso di assenza delle maestre titolari. Colleghe e bambini, racconta TrevisoToday, hanno però notato fin da subito che la maestra in classe si rifiutava di indossare la mascherina e, più di una volta, avrebbe sostenuto davanti agli alunni le sue tesi negazioniste dicendo che di Covid muoiono solo gli anziani. Tesi che la docente condivideva anche (e soprattutto) sul proprio profilo facebook.

Treviso: la maestra no vax finita nel mirino dei genitori

Il 13 dicembre scorso ad esempio scriveva: “Vi faccio un test: siete dei ribelli o vi sottomettete ai dpcm illegali?”. E sotto un “articolo” dal titolo (in stampatello): “Covidioti: dal regime mediatico alla dittatura dei cacasotto". Scorrendo altri post si parla di “malattie inventate, virus per fare soldi”, di uno studio che “dimostra un forte aumento del livello di co2 sotto la mascherina”. Insomma, c’è tutto l’armamentario dei negazionisti.

Maestra no vax-2

Ovviamente esprimere le proprie idee, per quanto disctubili, rientra tra i diritti garantiti dalla Costituzione. E ci mancherebbe. Però in questo caso, almeno stando alla denuncia dei genitori, la maestra si sarebbe resa protagonista di comportamenti non proprio corretti anche sul luogo di lavoro, tanto che la scuola ha avviato un’indagine interna. Un gruppo di genitori, su segnalazione dei propri figli, ha inviato una prima richiesta di chiarimenti alla direzione dell'istituto scolastico.

Ieri, lunedì 14 dicembre, alle 8 di mattina la protesta dei genitori ha raggiunto il culmine con un presidio fuori dalla scuola elementare dove sono intervenuti anche il sindaco Mario Conte insieme al Prefetto di Treviso. La preoccupazione più grande per i genitori è che la maestra possa aver contagiato gli studenti non indossando i dispositivi durante le lezioni. Dall'istituto è emerso che la Pattarello aveva presentato un certificato medico in cui si diceva che soffriva di problemi respiratori e non poteva tenere indossata la mascherina. Le era stata fornita una visiera medica trasparente per poter insegnare in sicurezza ma si sarebbe rifiutata di indossarla. Per ora la scuola non ha preso nessun provvedimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maestra negazionista in classe senza mascherina: "Dpcm illegali, il virus serve a fare soldi"

Today è in caricamento