Venerdì, 14 Maggio 2021
Non c'è un nesso causale / Biella

L'autopsia sul prof morto dopo il vaccino AstraZeneca: problema cardiaco improvviso

Dai primi esami non è emerso nessun legame evidente con il farmaco. Il caso ha provocato la sospensione di un lotto del siero dell'azienda anglo-svedese poi bloccato in tutta Italia. Ema: "I benefici superano i rischi". Finora sono stati accertati 30 casi di trombosi su 5 milioni di persone vaccinate

Foto di archivio Ansa

Potrebbe essere stato un problema cardiaco improvviso a causare la morte di Sandro Tognatti, l'insegnante di musica biellese di 57 anni deceduto domenica scorsa, poche ore dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino anti covid. È ciò che è emerso da un primo riscontro durante l'autopsia eseguita questa mattina. Dall'esame autoptico non sarebbero emersi elementi riguardo a un nesso causale tra la morte del docente 57enne e la dose di vaccino ricevuta. L'esame autoptico eseguito dal medico legale Roberto Testi, in presenza di un consulente nominato dalla famiglia, non ha evidenziato trombosi. A chiarire un'eventuale correlazione o meno dovranno essere gli esami istologici che saranno effettuati nei prossimi giorni.

La morte di Sandro Tognatti e l'inchiesta della procura di Biella

Ieri la procura di Biella ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo contro ignoti e ha disposto a scopo precauzionale il sequestro preventivo d'urgenza su tutto il territorio nazionale del lotto ABV5811 del vaccino AstraZeneca cui apparteneva la fiala di vaccino somministrata a Sandro Tognatti. Poi il vaccino AstraZeneca è stato bloccato in via precauzionale e temporanea in tutta Italia su disposizione dell'Ema, in attesa di accertamenti. L'uomo insegnava al conservatorio di Novara. Al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra l'iniezione e la morte dell'uomo. E la prima conferma è arrivata dall'autopsia.

"Il provvedimento cautelare - ha spiegato la procura di Biella - è stato attuato in quanto, sebbene allo stato non vi sia alcuna evidenza scientifica che permetta di stabilire con certezza la sussistenza di fattori causali o concausali tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca e il decesso di Sandro Tognatti, tuttavia, la concomitanza temporale tra il decesso e la somministrazione del vaccino, unitamente all'assenza di patologie pregresse o concomitanti 'gravi' non può escludere, allo stato, la sussistenza di nesso eziologico tra i due fenomeni e la conseguente ravvisabilità del delitto ipotizzato".

L'accertamento della sussistenza di tale nesso eziologico - prosegue la procura - "richiede necessariamente l'espletamento di un'autopsia, la quale stabilirà le cause del decesso. Gli accertamenti, tuttavia, richiedono delle tempistiche che, seppur accelerate a fronte della gravità del fenomeno, non collimano con la campagna di vaccinazione, che è tuttora doverosamente in atto. Occorre quindi evitare che la prosecuzione delle relative somministrazioni sull'intero territorio nazionale possa causare ulteriori conseguenze (lesive o mortali) che vanno certamente evitate finché non si raggiunge completa certezza in ordine alla non riconducibilità del decesso alla somministrazione".

"Mio marito credeva nel vaccino e bisogna continuare a crederci perché è l’unica strada che ci può liberare da questa situazione", ha detto la moglie del professore di Biella.

Ema: "I benefici superano i rischi"

Dopo lo stop alla somministrazione del vaccino contro il covid in diversi Paesi (ovvero Spagna, Francia, Germania, Italia, Svezia, Portogallo e Slovenia), oggi la direttrice dell'Ema (Agenzia europea per i medicinali) Emer Cooke ha spiegato che sono finora trenta i casi accertati di trombosi a seguito della somministrazione del vaccino AstraZeneca, su quasi 5 milioni di persone vaccinate, e finora i benefici di questo vaccino superano i rischi. L'Ema ha tenuto una conferenza stampa per fornire un aggiornamento sull'indagine in corso sul farmaco e i casi di trombosi, mentre stamattina il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha spiegato che la decisione nel nostro Paese è stata presa in via precauzionale dopo la valutazione fatta in Germania dal Paul-Ehrlich-Institut.

La direttrice ha spiegato che l'Ema "sta valutando i dati raccolti in Europa" per verificare "tutti i possibili effetti collaterali" legati al siero dell'azienda anglo-svedese. "Stiamo facendo questa revisione in seguito alle preoccupazioni emerse" sui casi avversi dopo la vaccinazione con AstraZeneca contro il Covid-19, ha spiegato Cooke. "La nostra priorità è assicurarci della sicurezza del vaccino", ha aggiunto ricordando che, al momento, non ci sono evidenze di collegamenti tra l'insorgenza dei casi di trombosi e la somministrazione del vaccino. Queste condizioni (i trombi sanguigni) "non sono emersi nei test clinici, né sono stati indicati come effetti collaterali noti. E non ci sono indicazioni che le vaccinazioni possano aver provocato questi eventi", ma l'Ema sta conducendo "un'analisi rigorosa sugli eventi tromboembolici" e sta valutando "caso per caso le reazioni sospette".

"Molte migliaia di persone sviluppano trombosi ogni anno in Europa per cause di differenti - ha proseguito la direttrice dell'Ema - quindi la valutazione in corso nasce per rispondere alla domanda: si tratta di un effetto collaterale o coincidenza? Quando si vaccinano milioni di persone non è raro che si abbiano reazioni avverse".

"Al 30 marzo sono stati riportati 30 casi di trombosi su quasi 5 milioni di vaccinati con AstraZeneca ma so che quel numero è sottostimato perché i dati continuano ad arrivare anche in questo momento ed è difficile dare un numero preciso", ha dichiarato la direttrice dell'Ema riguardo ai casi segnalati. Il rapporto rischi-benefici del vaccino AstraZeneca "rimane positivo, stiamo continuando a valutare possibili eventi collaterali" e "la situazione attuale non è imprevista", ha proseguito Emer Cooke. Una decisione finale è attesa per giovedì, annuncia l'Ema, che spiega come la priorità sia assicurare la sicurezza del vaccino e, garantisce la direttrice, "la decisione che verrà presa sarà guidata da scienza e indipendenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autopsia sul prof morto dopo il vaccino AstraZeneca: problema cardiaco improvviso

Today è in caricamento